Skip to content

Rockerone Celentone


    Adriano Celentano in una foto del 1960, pubblicata sul settimanale Il Monello

    Adriano Celentano in una foto del 1960, pubblicata sul settimanale Il Monello

    Adriano Celentano (Milano, 6 gennaio 1938) è un cantante, attore e conduttore televisivo italiano.

    Molto spesso anche autore delle musiche delle sue canzoni[1] (a volte co-autore di musica e testi, anche se li lasciò firmare ad altri),[2] grazie alla sua carriera cinquantennale e ai suoi grandi successi, è considerato uno dei pilastri della musica italiana; grazie al suo carattere si è costruito attorno a lui un personaggio, a dir poco unico nel panorama televisivo italiano; per questo è diventato un emblema e un’icona della società italiana del secondo dopoguerra.

      Adriano Celentano

      Rockerone Celentone, tavole in rima di Giovanni Manca sul Il Monello, 1961

      Uno dei meriti maggiori che gli viene riconosciuto[3][4] è quello di essere stato uno dei primi musicisti italiani a capire che qualcosa, nel mondo della musica (e del costume), stava cambiando. Erano gli anni in cui dall’America, sull’onda del boogie-woogie imperante dell’immediato dopoguerra, arrivava un nuovo tipo di musica, sfrenata e di grande appeal soprattutto per i giovani di allora: Celentano capisce che quella è la sua musica.

        Tavole iniziali di altre due brevi storie di Rockerone Celentone di Manca

        Tavole iniziali di altre due brevi storie di Rockerone Celentone di Manca

        Adriano visto da Picco sulla cover del primo numero di Storie Vere di Ciao Amici, 1965

        Adriano visto dall'illustratore Achille Picco sulla cover del primo numero di Storie Vere di Ciao Amici, 1965

        Biografia

          • Adriano nasce a Milano il 6 gennaio 1938, al numero 14 di via Gluck. I suoi genitori sono pugliesi di Foggia, trasferitisi al nord per lavoro.
          Ritratto di Giuseppe Pini per la quarta di copertina di Teddy Bob, 1967

          Ritratto di Giuseppe Pini per Teddy Bob, 1967

          A Milano Adriano trascorre l’infanzia e l’adolescenza, trasferendosi con la famiglia nel 1951 in via Correnti; lasciata la scuola dell’obbligo, svolge diversi lavori, l’ultimo e il più amato è quello di orologiaio che tutt’ora nel tempo libero si diletta a proseguire.

            Il cantante in una caricatura di Bruno Prosdocimi per un album di Figurine Panini, 1968

            Il cantante in una caricatura di Bruno Prosdocimi per un album di Figurine Panini, 1968

            Nello stesso periodo inizia ad interessarsi di musica, in particolare del rock’n’roll, che, come molti altri giovani italiani, inizia a conoscere nel 1955 con l’arrivo in Italia del film Blackboard Jungle, in italiano Il seme della violenza: nella colonna sonora c’è una canzone, intitolata Rock around the clock, cantata da un cantante sconosciuto in Italia, Bill Haley, accompagnato dal suo complesso, i Comets, e Celentano (come altri giovani) rimane folgorato, decidendo di voler anche lui diventare un cantante di rock’n’roll.

              • Forma di lì a poco un gruppo, i Rock Boys, costituito da quattro suoi amici: i tre fratelli Ratti alla batteria, al basso e alla chitarra (Marco, il bassista, diventerà in seguito un celebre contrabbassista jazz, oltre che musicista con Ivan Della Mea, mentre Giancarlo, il batterista, entrerà in seguito nel gruppo di Bruno De Filippi ed accompagnerà poi negli anni ’70 Giorgio Gaber nei primi spettacoli del teatro canzone) e Ico Ceruttirock’n’roll americani (a cui Celentano, non sapendo l’inglese, cambia le parole[5]), i Rock Boys debuttano nel 1956 all’Ancora, locale di Milano, per poi passare in breve tempo al Santa Tecla, molto più noto, ma continuando anche ad esibirsi in altri teatri di Milano.
              Adriano visto dall'illustratore Walter Molino

              Adriano visto dall'illustratore Walter Molino

              In uno di questi, il teatro Smeraldo, alla fine del 1956, Celentano e i Rock Boys conoscono un complesso di rock’n’roll che arriva da Roma: sono un gruppo di fratelli guidati dal più giovane, il quindicenne Antonio Ciacci, ed uno di essi, il chitarrista Enrico, si mette in evidenza come il più dotato di tecnica musicale (anni dopo, Celentano ritroverà Antonio, diventato nel frattempo Little Tony).

                Copertina del caricaturista Franco Bruna, Corriere dei Piccoli, 1972

                Copertina del caricaturista Franco Bruna, Corriere dei Piccoli, 1972

                • Intanto si è aggiunto ai Rock Boys il pianista Enzo Jannacci proveniente dai Rocky Mountains (il gruppo che accompagna Tony Dallara), e che è stato presentato a Celentano da Pino Sacchetti, saxofonista amico di Jannacci che entra anch’esso nel gruppo. In questi primi spettacoli Celentano mischia alle canzoni intermezzi di cabaret (con l’imitazione di Jerry Lewis) e di ballo: lascia ai musicisti lo spazio per suonare, mentre lui balla in maniera dinoccolata e snodata.
                Celentano in un ritratto di Aldo Di Gennaro, Corriere dei Piccoli, 1972

                Celentano ritratto da Aldo Di Gennaro, Corriere dei Piccoli, 1972

                Celentano conosce anche un ballerino, Alberto Longoni, che si esibisce con il nome d’arte di Torquato il Molleggiato (anni dopo diventerà famoso come Jack La Cayenne), e spesso lo porta con il gruppo durante le esibizioni: un giorno, annunciato in cartellone, Longoni non si presenta ad una serata perché bloccato dalla Polizia, e Celentano balla al suo posto, diventando lui Il Molleggiato.

                  Copertina di Giuseppe Montanari per Lando, Edifumetto, 1973

                  Copertina di G. Montanari per Lando, Edifumetto, 1973

                  Copertina disneyana per l'album Mina-Celentano, 1998

                  Copertina disneyana per l'album Mina-Celentano, 1998

                  Copertina olio su tela di Wainer Vaccari, per l'album Dormi amore-La situazione non è buona, 2007

                  Copertina a olio su tela di Wainer Vaccari, per l'album Dormi amore la situazione non è buona, 2007

                  One Comment leave one →
                  1. 4 marzo 2013 12:12 AM

                    I actually think this specific blog , “Rockerone Celentone | COMICSANDO comic art blog”,
                    relatively engaging and the blog post was in fact a fantastic read.
                    Thanks for your time-Sam

                  Lascia un commento

                  Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

                  Logo WordPress.com

                  Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

                  Foto Twitter

                  Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

                  Foto di Facebook

                  Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

                  Google+ photo

                  Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

                  Connessione a %s...

                  %d blogger cliccano Mi Piace per questo: