Vai al contenuto

Tim Burton


Timothy William Burton (Burbank, 25 agosto 1958) è un regista e sceneggiatore statunitense, noto per la creatività dei suoi film, sempre di argomento fiabesco-fantastico, e per le sue capacità “visionarie”.

« A Hollywood ci vado solo per lavorare, non vivo più a Los Angeles, la mondanità non mi piace, mi sento vicino ai miei personaggi poco integrati e in conflitto con la società: anch’io tendo a interiorizzare tutto, sono chiuso, solitario e arrabbiato. »
(Tim Burton)

Ha lavorato con il compositore Danny Elfman per ogni sua pellicola a partire da Pee-wee’s Big Adventure, eccetto Ed Wood, nel quale si è avvalso della collaborazione di Howard Shore, e in Sweeney Todd: Il diabolico barbiere di Fleet Street.

Oltre ai suoi lavori cinematografici ha anche pubblicato un libro intitolato Morte malinconica del bambino ostrica e altre storie (The Melancholy Death of Oyster Boy: and Other Stories).

http://i522.photobucket.com/albums/w343/Sakura_Chapstick/Pee-wees-Big-Adventure-Photograph-C.jpg?t=1241701364

Pee-Wee's Big Adventure

Biografia

http://nightmare-king.ovh.org/posters/poster06.jpg

Le origini e gli inizi

Nato a Burbank, California nel 1958, primo di due figli di Bill e Jean Burton, durante la sua infanzia Tim trova rifugio dalle difficoltà a casa e a scuola nella sua immaginazione, stimolata dalla frequenti visioni di film horror e a basso budget, ai quali renderà omaggio più tardi nel suo film Ed Wood (biografia del regista Edward D. Wood Jr. interpretato da Johnny Depp) e tributo a quello che alcuni giudicarono il peggior regista del mondo. Un’altra figura cinematografica importante per Burton nella sua infanzia è Vincent Price, la cui filmografia influenzerà pesantemente la sua futura carriera di regista

Dopo il liceo vince una borsa di studio della Disney per studiare al California Institute of the Arts a Valencia, California. Qui si appassiona all’animazione, iniziando a studiare la character animation. Alla Cal Arts incontra il futuro compagno di lavoro Henry Selick, colui che sarà poi scelto da Burton per la regia di Nightmare Before Christmas, con il quale dà vita da subito ad una grande amicizia e ad un solido sodalizio lavorativo.

Dopo tre anni di studi viene assunto dai Walt Disney Studios come apprendista animatore. Il primo film cui lavora è l’adattamhttp://www.televisionando.it/wp-galleryo/sweeney-todd/sweeney_todd_locandina.jpgento animato de Il Signore degli Anelli di Ralph Bakshi, per il quale non figura, però, nei crediti. Successivamente Burton lavora al reparto disegnatori per il lungometraggio d’animazione Red e Toby nemiciamici, che tuttavia non rispecchiava assolutamente le sue aspirazioni e le sue aspettative. I suoi disegni e le sue proposte non vengono accettate dalla Disney, poiché, secondo quanto affermato più tardi dallo stesso Burton, l’aspetto che lui aveva dato ai personaggi era lontano dal solito aspetto tenero dei personaggi dei cartoni animati. Durante la sua permanenza nell’azienda di Topolino Burton non è contento, anche se è durante questi anni che inizia a scrivere e a disegnare le illustrazioni su cui si baserà, anni dopo, il suo celebre Nightmare Before Christmas, iniziando così ad elaborare il suo stile molto caratteristico, attingendo spesso dal mondo dell’arte (il suo modo di disegnare scheletri, per esempio, è ispirato alle opere del pittore Edward Burrahttp://www.venezia.net/blog-eventi/wp-content/uploads/2007/03/tim-burton-corpsebride1.jpg

I primi successi

Visto che il suo lavoro continua a non riscuotere apprezzamento, lascia gli studios disneyani nel 1982, ma gli vengono assegnati 60.000 dollari per realizzare un cortometraggio, nel quale sperimenta per la prima volta la tecnica della stop motion: Vincent, che narra la storia di un bambino che sogna di essere Vincent Price. Il corto viene apprezzato dalla critica, vincendo due premi al Chicago Film Festival ed uno, quello della critica appunto, al Festival di Animazione dihttp://images.wikio.com/images/p/d518/beetlejuice-spiritello-porcello-da-tim-burton-una-commedia-fantastica-con-michael-keaton-e-winona-ryder.jpg Annecy nel 1983.

Successivamente ottiene dalla Disney i finanziamenti per la produzione di Frankenweenie (1984), nel quale il regista californiano trasforma il romanzo di Mary Shelley in una favola per bambini.Nel 1985 Burton gira il suo primo lungometraggio, Pee-wee’s Big Adventure, al quale segue, tre anni dopo, Beetlejuice – Spiritello porcello, che ottiene un maggiore successo, grazie anche al ricco cast, composto da Geena Davis, Alec Baldwin

http://thebatman.bravepages.com/comics/movie2.jpg

, Michael Keaton e Winona Ryder. Il film vince un premio Oscar, quello per il miglior make-up.

Nel 1989 Burton gira uno dei suoi film più celebri, Batman, con Michael Keaton nel ruolo dell’uomo-pipistrello, Jack Nicholson in quello dell’ace

rrimo nemico Joker e Kim Basinger. Le canzoni che fanno da colonna sonora del film sono di Prince. La trasposizione cinematografica del cupo fumetto si addice allo stile di Burton, ed infatti l’operazione si rivela gradita al pubblico, anche a quello composto da appassionati del fumetto originale, che rimangono soddisfatti della pellicola.

Gli anni novanta

Grazie anche al successo di questo film, Burton fonda la Tim Burton Production. La prima coproduzione alla quale partecipa lo stesso Burton è Edward mani di forbice (1990), nel quale Burton lancia l’esordiente Johnny Depp, affiancato da Winona Ryder.

Nel 1992, Burton appare in un piccolo cameo, nella parte di un regista di filmati per un’ agenzia di “cuori solitari”, nel film Singles – L’amore è un gioco di Cameron Crowe.

Esce quindi il suo film successivohttp://pinin.com.au/images/nightmare_before_christmas_ver1.jpg, che vede di nuovo protagonista Batman: Batman – Il ritorno (1992), sempre con Michael Keaton, affiancato questa volta da Danny De Vito nel ruolo del cattivo Il pinguino e Michelle Pfeiffer, nelle vesti di Catwoman. Questo secondo episodio riceve un’accoglienza leggermente inferiore a quella del primo, ma si rivela comunque un successo.

Nelle sale esce successivamente Tim Burton’s Nightmare Before Christmas (1993), meglio noto semplicemente come Nightmare Before Christmas, che vede protagonisti dei pupazzi realizzati dallo stesso Burton, che produce solamente il film, diretto da Henry Selick, realizzato con la tecnica stop motion già sperimentata dal regista

Ma la fantasia del regista non accenna a calare, e sforna altri film dai toni cupi a lui congeniali: Ed Wood (1994), dai toni biografici, Mars Attacks! (1996), una commedia surreale con Jack Nicholson e Pierce Brosnan, Il mistero di Sleepy Hollow (1999), con Johnny Depp e Christina Ricci.

Tutti questi film raggiungono un ottimo successo al box-office, eleggendo il “visionario” Tim Burton a paladino del cinema fantasy.

Gli ultimi lavori

Nel 2001, Burton è stato impegnato con il remake di una pietra miliare del cinema di fantascienza, Il pianeta delle scimmie, con Tim Roth, nel quale ha potuto sfruttare appieno tutta la propria creatività.http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/film/bigfish.jpg

Nel 2003 adatta per il grande schermo Big Fish – Le storie di una vita incredibile, con Ewan McGregor, una favola che si allontana per una volta dai toni cupi e tetri tipici della filmografia di Burton, per entrare in un’atmosfera completamente surreale e colorata. Il film riceve un ottimo riscontro da pubblico e critica, e da molti viene considerato il suo capolavorohttp://www.filmposters.it/imgposter/grandi/la-fabbrica-di-cioccolato2.jpg

Nel 2005 esce La fabbrica di cioccolato, ispirato al romanzo La fabbrica di cioccolato di Roald Dahl, che era stato già trasposto al cinema nel 1971 (Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, di Mel Stuart), anche se Burton ha sempre affermato di essersi interamente rifatto al libro e non alla pellicola precedente. Nel ruolo di Willy Wonka, che nell’amatissima versione del 1971 fu di Gene Wilder, Burton ha scelto il suo “attore-feticcio” JohnnyDepp.

Nel 2005 ha inoltre realizzato un nuovo lungometraggio con la tecnica dell’animazione stop motion, come il precedente Nightmare Before Christmas, intitolato La sposa cadavere, diretto insieme a Mike Johnson, con le voci di Johnny Depp, Helena

http://www.karibtengerkalozai.hu/uk/downloads/desktops/group/potc3_group_800x600.jpg

Bonham Carter e Christopher Lee.

Il regista ha diretto il video musicale

del brano Bones tratto dall’album Sam’s Town (Ottobre 2006) dei The Killers. La scelta è stata effettuata in seguito allo scarto dell’idea iniziale che vedeva come prescelto Read My Mind dello stesso album.

Alla Mostra del Cinema di Venezia 2007 ha ricevuto il Leone d’Oro alla carriera; è il regista più giovane ad aver ricevuto questo premio.

Sweeney Todd: Il diabolico barbier

e di Fleet Street, adattamento cinematografico del celebre musical di Broadway, è uscito nelle sale italiane il 22 febbraio 2008. Burton aveva già da tempo manifestato il desiderio di dirigere un film basato su questo musical sin dai tempi della collaborazione con la Warner Bros., con la quale aveva già iniziato un progetto, poi finito nel nulla. Il regista si è affidato ancora una volta a Johnny Depp per il ruolo da protagonista, il barbiere killer Sweeney Todd.

Progetti futuri

Nel febbraio 2006, in unhttp://www.timburton.it/images/frankeweenie.jpg‘intervista Burton ha smentito le voci su sequel di alcuni suoi film come Beetlejuice 2, Edward mani di forbice 2 e Nightmare Before Christmas 2. Nella stessa occasione ha però espresso un forte interesse nel realizzare un film basato su Edgar Allan Poe in un prossimo futuro.

Nel Novembre 2007, Burton ha firmato un contratto con la Disney per dirigere due pellicole d’animazione. La prima sara’ una rivisitazione in motion capture di Alice in Wonderland, che sara’ terminata entro il maggio 2008, e un remake di Frankenweenie con la tecnica stop motion. Inoltre dirigera’ The Spook apprentice, tratto da un racconto di josedh Delaney, che racconta di un adolescente che sogna di diventare un esorcista

Tim Burton ha affermato di essere molto interessato a fare un adattamento cinematografico dei manga Mai la ragazza psichica e, in data più recente, del noto D.Gray-man.http://byaren.org/pretty.jpg

Vita privata

È stato sposato con l’artista tedesca Lena Gieseke dal 1989 al 1991. Successivamente ha avuto una lunga relazione con l’attrice statunitense Lisa Marie dal 1992 al 2001. Attualmente dal 2001 ha una relazione con l’attrice britannica Helena Bonham Carter, che spesso ha preso parte a molte sue pellicole, da quando si sono conosciuti sul set de Il pianeta delle scimmie. Con lei ha avuto anche un figlio, Billy-Ray (nato il 4 ottobre 2003), ed una figlia, Indiana Rose (nata il 15 dicembre 2007).

Collaborazioni frequenti

Burton ha spesso fatto ricorso agli stessi attori in diversi suoi film:

Filmografia

in grassetto i film diretti da Tim Burton (regia).

Bibliografia

Note

Altri progetti

Collegamenti estern

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 33 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: