Skip to content

Cats



Gatta Nera (Black Cat), il cui vero nome è F

elicia Hardy, è un personaggio dei fumetti, creato da Marv Wolfman (testi)

e Keith Pollard (disegni) nel 1979, pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Amazing Spider-Man (prima serie) n. 194, è una dei comprimari più importanti dell’Uomo Ragno, con il quale ha avuto in passato una burrascosa relazione.

Biografia del personaggio

L’infanzia di Felicia era perfetta fino a quando suo padre Walter scomparve; sua madre Lydia le disse che era morto in un incidente aereo. Nonostante tutto Felicia continuò la sua vita come prima ma, improvvisamente, mentre frequentava il College, fu stuprata da un suo compagno, di cui si fidava ciecamente. Nonostante fosse distrutta dal dolore, Felicia dovette incassare anche un altro colpo: scoprì che suo padre, Walter Hardy, non era morto, bensì era rinchiuso in prigione in quanto uno dei ladri più famosi al mondo. Felicia decise, allora, di seguire le orme paterne e divenne in poco tempo esperta nelle arti marziali e un eccellente acrobata. Adottata l’identità della “Gatta Nera”, decise di far evadere il padre dalla prigione. Ma l’Uomo Ragno, da buon samaritano, ne impedì l’evasione. Felicia riuscì a scappare grazie a delle trappole da lei innescate e alle sue avances, che nel corso della sua vita diverranno come una specie di “marchio di fabbrica”. Come valvola di sfogo per il suo dolore decise di prendersi da sola ciò che la vita le aveva portato via, iniziando a rubare gioielli e qualunque cosa volesse, riuscendo s

empre a non farsi acciuffare nè dalla polizia e nè tantomeno dall’Uomo Ragno.

Visti i suoi continui scontri con l’Uomo Ragno, Felicia finì per innamorarsene, ricambiata da Peter che cercava tuttavia di nasconderlo; Felicia, intanto, decise di fare un passo avanti, dichiarando il suo amore all’eroe e rinunciando alla sua carriera criminale per lui. Peter, cosi, decise di togliersi la maschera e ri

velarle la sua vero identità. Felicia non gradì e Peter credette che la criminale fosse attratta solo dall’uomo in maschera e non dalla persona. In realtà, con il tem

po, Felicia dichiarerà che rifiutò Peter per via dello stupro subito da giovane e la conseguenza che la porta a non fidarsi più degli uomini. Nonostante ciò, Felicia decise di mettersi a fare la supereroina e di allearsi proprio con lui. Però, quando in un battaglia tra il Do

ttor Octopus e Gufo, venne quasi uccisa dai colpi ricevuti, Peter capì che era una persona normale, senza poteri, e decise di sciogliere la loro alleanza. Umiliata, Felicia fece di tutto per trovare il modo di acquisire dei poteri e ci riuscì grazie ad un misterioso benefattore, che si scoprirà essere nientemeno che Kingpin. Il suo potere era quell

o di influenzare lo svolgersi degli eventi

a suo favore. Il ragno, con l’aiuto del Dottor Strange, decise di toglierle i poteri. Sentitasi tradita dall’eroe, per vendetta, Felicia iniziò a frequentare Flash Thompson ma la relazione non durò molto. I due, in seguito, tornarono alleati e combatterono fianco a fianco più di una vo

lta. Per un po’ Felicia gestì, anche, un’agenzia investigativa denominata “Occhi di Gatto”.

In seguito, di nuovo in coppia con il supereroe sconfisse un criminale di nome Brownstone; in quell’occasione Felicia cercò di aiutare il fratello del criminale, che fu stuprato dal fratello in giovinezza, e questo non fece che

farle ricordare il suo terribile passato. Felicia aiutò Peter anche a far evadere Norman Osborn di galera. Recentemente Felicia ha lavorato per il suo ex-nemico, Gufo, e combattuto insieme a Wolverine un robot che aveva le sembianze del defunto Kraven, il cacciatore. https://i2.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/a/a5/Black_cat_4.png/396px-Black_cat_4.png

Poteri e abilità

Non ha nessun superpotere, ma in passato aveva ottenuto artificialmente la capacità di influenzare lo svolgersi degli eventi a suo favore. È un’esperta di arti marziali, una scassinatrice formidabile, e ha un arsenale di congegni speciali tra cui un rampino “mano di gatto”, che ha la stessa funzione della ragnatela del tessiragnatele. Il suo costume ha vari dispositivi che aumentano la sua forza, le lenti della sua maschera possono farle vedere al buio.

♥♣♦♥

Catwoman, il cui vero nome è Selina Kyle, è un personaggio dei fumetti creato da Bob Kane e Bill Finger nel 1940, pubblicato dalla DC Comics.

Fa il suo esordio insieme al Joker, l’arcinemico di Batman, proprio sul primo numero di Batman. La prima idea che spinse all’introduzione nella serie del personaggio fu quella di affiancare all’eroe un antagonista di sesso femminile che potesse però complicare il loro rapporto iniziando, in futuro, una possibile relazione amorosa. L’idea, in effetti vincente, venne ripresa più e più volte dagli autori successivi, soprattutto in epoca post-Crisis.

Soprattutto dopo l’intervento di Frank Miller e David Mazzucchelli con il loro Anno Uno, il personaggio venne via via approfondito e arricchito nelle origini e nelle motivazioni. Vissuta in una famiglia disagiata, con una madre, malata di mente, morta di suicidio e un padre che non perdeva occasione per maltrattarla, divenne in tenera età (12 anni) un’orfana, affidata alle cure di un istituto che ben presto si rivelò inefficace nell’indirizzarla verso una giusta strada.

Fuggita dall’orfanotrofio, la giovane inizia l’attività della prostituzione, fino a che non ricominciò a pensare che il modo più rapido per ottenere la ricchezza non fosse quello di riprendere a rubare. In quel periodo stava iniziando la sua opera proprio Batman, che si dimostrava come un personaggio misterioso e leggendario e che per questo ispirò Selina nella creazione di un costume altrettanto misterioso: quello del gatto. Ella, infatti, nutriva una grande passione verso questi felini, dalla cui agilità e combattività venne anche ispirata nel suo sforzo di migliorare le sue tecniche di combattimento corpo a corpo.

Inizia così una lunga attività di ladra che la porterà spesso a scontrarsi contro Batman, mentre il suo alter ego Selina avrà spesso a che fare con Bruce Wayne, l’uomo dietro la maschera del Cavaliere Oscuro. La situazione, infatti, si complicherà perché sia Catwoman, sia Selina si innamoreranno dei loro corrispettivi, Batman e Wayne. Mentre però Catwoman non riuscirà a scalfire l’armatura di Batman, Selina riuscirà ad avvicinarsi a Bruce, diventando, di fatto, la prima donna di cui il play-boy gothamita si innamora veramente. La loro relazione, però, è destinata a naufragare soprattutto per la seconda vita di Wayne, che lo tiene lontano proprio nei momenti più importanti, come descritto da Jeph Loeb e Tim Sale in Batman: Il lungo Halloween. Tra l’altro gli stessi due autori, durante Vittoria oscura, ideale seguito della Notte di Halloween, insinuano che, in realtà, Selina sia figlia di Carmine Falcone, detto Il Romano, defunto boss del crimine gothamita.

Selina, negli anni successivi, si ritrova spesso e volentieri a varcare la soglia tra eroi e criminali, collaborando in un paio di occasioni non solo con Batman, ma anche con la JLA, o trovandosi spesso in contrasto con altre criminali come Poison Ivy o Harley Quinn, soprattutto quando gli obiettivi delle loro rapine sono i medesimi.

Recentemente Selina ha deciso di sterzare decisamente verso la carriera di eroina, avvicinandola sempre di più a Batman nei panni di Catwoman, e a Bruce nella sua identità civile, guadagnandosi, con il suo sincero amore verso Bruce, la piena fiducia del miliardario, che le rivela la sua vera identità, facendola, di fatto, entrare nei ranghi della Bat-family. Il rapporto, però, verrà troncato con la conclusione della sfida del Cavaliere Oscuro contro Hush: a causa dell’utilizzo, da parte di quest’ultimo, dello Spaventapasseri, Bruce dubita di ciò che ha provato per Selina e decide, così, di lasciarla.

Nel crossover Marvel vs DC Catwoman si scontra con la celebre ninja greca Elektra. Nella serie Amalgam i due personaggi vengono fusi formando la ladra ninja Catsai che, assieme a Dare (personaggio femminile nata dalla fusione di Devil con Deathstroke) danno vita alle più pericolose Femme Fatale dell’universo Amalgam, le Assassins.

Altri media

Julie Newmar interpretò il personaggio nella serie televisiva del 1960, doppiata in italiano da Gioietta Gentile. L’attrice e la sua Catwoman saranno riprese da Julia Rose (doppiata in italiano da Elda Olivieri) nel film-documentario Re

turn to the batcave, che rievoca i fasti del celebre telefilm.

Nel 1992 Catwoman fu ripresa da Michelle Pfeiffer (doppiata da Rossella Izzo) in Batman – Il ritorno e inserita in Batman – The Animated Series. Nell’edizione italiana della serie il personaggio è doppiato da Marina Thovez.

Nel 2002 il personaggio compare all’inizio dell’episodio pilota della serie di telefilm Birds of Prey, dove Selina Kyle (interpretata da Maggie Bard) viene uccisa sotto gli occhi della figlia Helena. Il costume indossato dall’attrice è ispirato a quello indossato dieci anni prima dalla Pfeiffer.

Nel 2004 è toccato ad Halle Berry (doppiata da Francesca Fiorentini) indossare i panni del personaggio (in un costume dai connotati sadomasochisti) nell’omonimo film diretto dal registra francese Pitof. Il film fu un fiasco al botteghino e presso i fan del fumetto e l’attrice si portò a casa il Razzie Award come peggior attrice.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: