Skip to content

Il gioco delle rondini

4 giugno 2009

Piccole fumettiste mediorentali crescono: vedi Zeina

https://i1.wp.com/www.ville-saint-benoit.fr/pages/fr/dortoir/manif-expo/2008-2009/lire-en-fete.jpgCioè Zeina Abirached, 28 anni, libanese, che nella graphic novel  « Il gioco delle rondini» racconta la Beirut della guerra civile vista da bambina.

Disegnandola un po’ come aveva fatto l’iraniana Marjane Satrapi con la Teheran di Khomeini. In Bianco e nero.

In Francia l’hanno definita «la nuova Marjane Satrapi». Con la trentanovenna autrice iraniana della graphic novel Persepolis, uscita in Italia fra il 2002 2 il 2003 e diventata un fortunato film di animazione, la libanese Zeina Abirached, classe 1981, condivide la patria d’adozione, Parigi, la scelta del fumetto come strumento d’autobiografia e un tratto  quasi espressionista, rigorosamente in bianco e nero.

https://i2.wp.com/forbiddenplanet.co.uk/blog/wp-content/uploads/2008/12/Le%20jeu%20des%20hirondelles%20Zeina%20Abirached%20Cambourakis.jpg

Persepolis narrava l’irrompere nell’adolescenza della Satrapi della rivoluzione khomeinista, Il gioco delle rondini è invece un racconto d’infanzia, ambientato nella Beirut del 1984. Ed è proprio nella rievocazione della sua quotidianità di bambina nella capitale libanese in guerra che Zeina Abirached conquista originalità.

Tutto si svolge in una notte, in un appartamento al confine tra Beirut Est e Beirut Ovest, dove l’autrice e il fratellino sono rimasti soli: mamma e papà sono dalla nonna, a pochi isolati, ma i bombardamenti impediscono loro di rientrare. L’apparetamento si riempe allora dei volti e delle voci dei vicini, venuti a tener compagnia ai bambini. Così arriva l’alba, mamma e papà tornano, ma la casa non è più sicura e bisogna traslocare: «Morire, partire, tornare, è il gioco delle rondini», come Zeina lesse su un muro della sua Beirut.

https://i2.wp.com/img2.webster.it/BIT/251/9788885832510g.jpg

  • Note

Il gioco delle rondini (Becco giallo, pp.184, euro 17,50).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: