Skip to content

Paolo Piffarerio

23 maggio 2009

Paolo Piffarerio (Milano, 27 agosto 1924) è un animatore e autore di fumetti italiano.https://i2.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/9/90/Superciuk_cover.jpg/250px-Superciuk_cover.jpgNoto al grande pubblico per essere uno dei disegnatori storici di Alan Ford, Piffarerio è stato uno dei pionieri del cinema di animazione, lavorando nella casa di produzione Gamma Film, sin dai tempi della sua creazione, nel 1953.

In seguito, in coppia con l’allora esordiente sceneggiatore Max Bunker, ha collaborato a numerosi progetti, dal primo Maschera Nera, al famoso Alan Ford, passando per il romanzo storico Fouchèhttps://i1.wp.com/www.lambiek.net/artists/p/piffarerio/piffarerio_grim.jpg

Carriera

Paolo Piffarerio inizia la sua carriera frequentando l’Accademia di belle arti di Brera, dove conosce il suo coetaneo e amico Gino Gavioli.

Mentre è ancora https://i1.wp.com/1.bp.blogspot.com/_oNWtjF9gZWU/ScAOeM2qBxI/AAAAAAAAAdQ/tbklcVSaE4M/s320/Scan0006.jpgall’università, inizia a lavorare con l’editore Alberto Traini (per il quale il suddetto Gino Gavioli, diplomatosi rapidamente a 17 anni, aveva da poco iniziato a collaborare), creando alcune serie comiche, tra le quali il personaggio Carioca. Egli crea il personaggio di Capitan Falco (1943).

Altre produzioni lo vedono impegnato a disegnare una serie sul popolare calciatore Giuseppe Meazza e su Ridolini (al secolo Larry Semon).

Nel 1953, Gino Gavioli, suo fratello Roberto e Nino Piffarerio, fondano la Gamma Film, che diverrà uno dei più importanti studi di animazione del tempo.

Paolo Piffarerio inizia una lunga collaborazione con lo studio, contribuendo a creare alcuni storici personaggi di Carosello, amatissimo programma “a contenuto pubblicitario” andato in onda negli anni ’50’70.

Dal 1961 inizia a collaborare con la neo-nata Editorialhttps://i1.wp.com/www.sergiobonelli.it/news/comics_feb04/img/piffarerio2.jpge Corno di Milano, creando, su testi di Max Bunker (pseudonimo di Luciano Secchi), i personaggi di Maschera Nera e Atomik

Con Secchi scaturirà una importante amicizia e una lunga collaborazione, che lo porterà a disegnare anche il suo personaggio più popolare: Alan Ford.

I primi 75 albi sono disegnati tutti dal geniale Magnus, anche se altri (compreso Piffarerio) si alternano alle chine o alle copertine. Dal n.76 (e per un centinaio di albi quasi ininterrotamente), ne disegnerà anche le tavole

Nel 1973 disegna, sempre su testi di Secchi, il dettagliatissimo Fouché, un fumetto storico sulla Rivoluzione Francese pubblicato sulle pagine di “Eureka“.

Per la Editoriale Corno disegna inoltre El Gringo e Milord.

Ulteriori opere chhttps://i0.wp.com/3.bp.blogspot.com/_oNWtjF9gZWU/ScANiksaLtI/AAAAAAAAAcw/2IHJrpcY1Ks/s320/fdbd_1.JPGe lo vedono protagonista come disegnatore sono Storia d’Italia a fumetti di Enzo Biagi, e alcune riduzioni a fumetti di famose opere letterarie, pubblicate su Il Giornalinodelle Edizioni Paoline. Nel 2007, in occasione dei festeggiamenti per il quarantennale del Comandante Mark della Essegesse, illustra il racconto Un americano a Versailles su testi di Davide Castellazzi pubblicato su Mark numero 54 edito da IF Edizioni

Personaggi di Carosello della Gamma Film

Paolo Piffarerio partecipa come direttore tecnico e/o sceneggiatore a numerose animazioni, tra le quali :

  • il frate Cimabue (testimonial dell’amaro Don Bairo). Spot andato in onda del 1972 al 1976.
  • Pallina dà lustro alla casa” (testimonial del Vetril). Spot andato in onda dal 1961 al 1968.
  • Babbut Mammut e Figliutt (allegra famiglia di cavernicoli che reclamizzano i Pneumatici e materassi in gommapiuma Pirelli). Spot andato in onda dal 1962 al 1965.
  • Vitaccia cavallina (il cavallino testimonial del succhi di frutta Derby). Spot andato in onda dal 1962 al 1975.
  • Caio Gregorio er guardiano der pretorio (simpaticissimo omuncolo che parlava in rhttps://i0.wp.com/www.libreriasolaris.com/33/N3goldoni.jpgomanesco, testimonial dei tessuti Rhodiatoce). Spot andato in onda dal 1960 al 1969.
  • Gringo (il cowboy che si nutriva di carne Montana e che parlava sempre in rima!). Spot andato in onda (nella sua forma originale) dal 1966 al 1976.
  • La parola alla strada (dove il vigile siciliano Concilia e il pedone veneto Foresto concludevano che : Non è vero che tutto fa brodo, è Lombardi il vero buon brodo). Testimonial, ovviamente, del dado da cucina Lombardi. Spot andato in onda dal 1959 al 1965.
  • Taca Banda o Andrea e Oracolo (avidi consumatori dei Crackers Doria e dei biscotti Bucaneve). Spot andato in onda dal 1968 al 197
  • https://i1.wp.com/www.libreriasolaris.com/venexia/nizio/nizio3corto.jpg

    Una tavola a strisce di Paolo Piffarerio in omaggio a Hugo Pratt

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: