Skip to content

IL Giornalino (in) Mostra i suoi 85 anni

19 maggio 2009

CUNEO

Fino al 24 maggio nella chiesa di San Giuseppe ad Alba

https://i1.wp.com/www.stpauls.it/gio97/2097gi/images/2097gicg.jpgPinky e Cocco Bill, due tra gli amatissimi personaggi de «Il Giornalino»,danno il benvenuto ai visitatori della Chiesa di San Giuseppe di Alba (Cuneo) dove, fino al 24 maggio, si tiene la mostra dedicata al settimanale per ragazzi più longevo d’Europa, nato 85 anni fa per volontà del beato Giacomo Alberione, fondatore della Famiglia Paolina.

Il titolo «Le storie sono la nostra storia. 85 anni de il Giornalino» definisce il carattere di questa esposizione che si sviluppa attraverso diversi percorsi. Dall’itinerario storico mosrato

https://i0.wp.com/www.afnews.info/deposito/2004/03/giornalino-300.jpg

tramite una selezione delle pagine più significative della rivista a uno sguardo sull’illustrazione e sul fumetto, con particolare attenzione a personaggi e autori. Una sezione è dedicata al giornalismo per ragazzi, una delle peculiarità del settimanale, indagando anche sul supplemento «Conoscere Insieme».

La mostra ospita una serie di sagome di personaggi che hanno fatto grande il settimanale e che animano e colorano il percorso espositivo integrandosi con la ricchezza della chiesa barocca. Da Pallino al il Commissario Spada, da Capitan Erik a Micromino, Fra Tino, Magrin della Padella, fino alle new entry Paky e Franci.https://i2.wp.com/www.uomoragno.org/images/altre%20testate/giornalino%20022%202007.jpg

Una sezione della mostra è dedicata alle copertine storiche del settimanale che verranno proiettate su un grande schermo mentre nel coro saranno visibili riproduzioni dei primi numeri de «Il Giornalino». Sull’altare maggiore e negli altari laterali trova spazio la sezione religiosa della mostra. Tavole originali della Bibbia a fumetti pubblicata da «Il Giornalino» negli anni Novanta e, nell’altare dedicato a San Paolo un «trittico» che vede al centro la riproduzione di un’illustrazione dell’Apostolo delle Genti realizzata dal maestro del fumetto italiano Sergio Toppi e alcune tavole originali su temi paolini, disegnate dallo stesso Toppi.

Lungo la navata centrale si apre il cuore della mostra: 60 pannelli, tra tavole originali e riproduzioni identificato i due pilastri del settimanale. Il primo illustra le caratteristiche del giornalismo per ragazzi proposto attraverso rubriche, approfondimenti, servizi e supplementi utili alla formazione e informazione dei suoi lettori.

Tra questi, il «Conoscere Insieme» di cui si espone la storia e i contenuti.

https://i2.wp.com/www.fumetti.org/notizie/2000/11/Wojtyla_file/wojtyla%201.jpg

L’altro percorso presenta una selezione dei personaggi più rappresentativi della storia del settimanale, accompagnate da tavole originali, disegni, schizzi preparatori e indicazioni per la colorazione. Uno spazio video mostra un documentario composto da interviste con autori e redattori de «Il Giornalino».

Tra gli intervistati, Sergio Toppi, Paolo Piffarerio, Fabrizio Lo Bianco, Stefano Voltolini, Angela Allegretti, Franco Luini, Athos e Demetrio Bargellini. Intervengono anche il direttore de il Giornalino, padre Stefano Gorla, e il responsabile del settore fumetti Roberto Rinaldi.

Infine, nel coro della chiesa, uno spazio è adibito alla lettura: vi si trovano riproduzioni del primo numero del settimanale (1 ottobre 1924) e di altri numeri storici oltre ad alcune copertine del 1924.

Questa soluzione permette, oltre a una facile consultazione, di scoprire come era «Il Giornalino» nei primi anni di vita. In questo spazio, inoltre, saranno offerte copie de «Il Giornalino» anno 2009

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: