Skip to content

Zombie

1 novembre 2008

Zombie  disegnato da Boris Vallejo
Zombie disegnato da Boris Vallejo
Universo Universo Marvel
Nome originale Zombie
Alter ego Simon William Garth
Creato da
Editore Marvel ComicsAtlas Comics
Apparizione luglio 1953
1ª app. in Menace n. 5
Editore it. Editoriale Corno
1ª apparizione it. agosto 1974
app. it. in Corriere della Paura n. 3
Luogo di nascita Birmingham (Alabama)
Altezza (cm) 195
Peso (kg) 100
Occhi bianchi
Capelli neri
Parenti
Base area di New Orleans (Louisiana, U.S.A.)
Marvel Comics / Atlas Comics

Zombie, il cui vero nome è Simon William Garth, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Bill Everett (disegni), apparso la prima volta in Menace n. 5 (1953). Ha riscosso un certo successo solo 20 anni dopo con le sue apparizioni nella testata Tales of the Zombie (19731975), pubblicata dalla Marvel Comics, scritta da Steve Gerber e Roy Thomas per i disegni di John Buscema e Tom Palmer.

Splash-Page da Menace n. 5

Splash-Page da Menace n. 5

Storia editoriale

Simon William Garth, alias lo Zombie, è nato nel 1953 sulle pagine di Menace ad opera di Stan Lee e Bill Everett. Ben vent’anni dopo, nel 1973 Roy Thomas e Steve Gerber, insieme agli artisti John Buscema e Tom Palmer, fanno rivivere il personaggio e ne rinarrano l’origine sulle pagine di Tales of the Zombie n. 1.

Le vicende dello Zombie vengono scritte quasi tutte da Steve Gerber e disegnate da Pablo Marcos. Alla serie comunque hanno partecipato altri sceneggiatori e artisti di notevole fama, tra i quali Doug Moench, Alfredo Alcala, Tony Isabella, Chris Claremont, Virgilio Redondo, Yong Montano e Ron Wilson.

Dopo la fine di Tales of the Zombie, lo Zombie ricomparve sulle pagine di Bizarre Adventures n. 33 (1982) e nel 1993 in un albo di Daredevil. Dopodiché il personaggio è comparso come ospite in varie storie dedicate a personaggi come Uomo Ragno e Blade. Nel 2006 è tornato sulle pagine di Nick Fury‘s Howling Commandos come agente dello S.H.I.E.L.D..

Zombie è apparso anche nel 20062007 nella linea MAX Comics, in una sua miniserie.

Biografia del personaggio

Simon Garth è il primo presidente e fondatore della Garwood Industries , una fabbrica di caffè. Un giorno il suo ambiguo giardiniere Gyps osserva sua figlia Donna fare il bagno nuda in piscina e tenta di molestarla, cosi Simon lo picchia e lo licenzia. Per vendicarsi, il giardiniere Gyps rapisce Simon, lo porta sull’ Area Paludose di New Orleans e lo dona come “sacrificio umano” ad una setta. Simon viene ucciso con un pugnale e poi sepolto sotto terra, ma resuscita come uno Zombie che cerca giustizia. Layla (la segretaria di Simon) è una sacerdotessa di un culto e con suo nonno Papa Doc Kabel, essendo i due amici di Simon, riescono a far tornare Simon nella sua forma umana per 24 ore, solo per assistere al matrimonio di sua figlia Donna.

Amuleti di Damballah

L'Amuleto di Damballah

L’Amuleto di Damballah

Conosciuti anche come Talismano di Damballah e Amuleti del Controllo (Vedi l’immagine), sono due medaglioni che hanno ricevuto il potere dal Dio Voodoo Damballah. Uno fu posto al collo di Garth da Layla (sacerdotessa di un culto), dando il potere di controllare lo Zombie a chiunque avesse indossato l’altro amuleto. Solo in un’occasione Garth riuscì a resistere all’amuleto: quando Gyps cercò di costringerlo a uccidere la sua stessa figlia, Donna. Dopo la morte di Gyps, il detective Sam Jagger prese l’amuleto e lo diede a Donna Garth. Passò poi di mano, per furto o accidentalmente, più volte, finché Layla riuscì a togliere il gioiello dal collo di Garth, sottraendolo al controllo del monile. In seguito l’amuleto passò di mano in mano più volte, da Garth stesso a Calypso, a Glory Gant (Dove incontrava Peter Parker, è l’assistente amministratrice di Daily Bugle), a Lilith (la figlia di Dracula), per tornare infine di nuovo in possesso di Donna.

Miranda Garth

Miranda Garth è la figlia unica di una vecchia famiglia di New Orleans, ed è la moglie di Simon, con cui ha una figlia di nome Donna. Il fatto che Simon anteponesse sempre la carriera a lei e le frequenti litì la indussero a lasciarlo. Dopo 10-12 anni tranquilli di matrimonio i due divorziano, e Miranda, che non è felice del futuro marito di Donna, si scontra con Simon.

Tales of the Zombie

La copertina n. 1, illustrato da Boris Vallejo
La copertina n. 1, illustrato da Boris Vallejo
Titolo originale Tales of the Zombie
Autori
Editore Marvel Comics
1ª edizione agosto 1973marzo 1975
Collana 1ª ed. Tales of the Zombie
Periodicità bimestrale
Albi 10 (completa) +1 Annual
Marvel Comics

Tales of the Zombie è una collana antologica di fumetti, pubblicata dalla Marvel Comics dall’agosto 1973 al marzo 1975.

Dal n. 1 al n. 9 (agosto 1973 – gennaio 1975), appare Simon Garth alias Zombie, le storie sono state realizzate da:

  1. n. 2 contiene due ristampe da Menace n. 5 (luglio 1953) dal titolo Acid test! di Stan Lee (storia) e George Tuska (disegni) e da Adventures into Terror n. 29 (marzo 1954) con una storia è stata disegnata da Gene Colan;
  2. n. 3 contiene una ristampa da Journey into Mystery n.18 I won’t stay dead! (il titolo è stato modificato, originariamente era He wouldn’t stay dead!) dell’ottobre 1954, disegnata da Bill Walton;
  3. n. 4 contiene diverse storie brevi, realizzate da autori vari;
  4. n. 5 contiene una ristampa da Mystic n.27 (febbraio 1954) dal titolo Who walks with a zombie?, la storia è stata realizzata da Russ Health (disegni); le altre storie sono state scritte e disegnate da autori vari;
  5. n. 6 appare il personaggio noto come Fratello Voodoo, in una storia è scritta da Doug Moench e Len Wein e disegnata da Gene Colan;
  6. n. 7 contiene due capitoli di Zombie, realizzati da Doug Moench (testi) e Alfredo Alcala (disegni) e da Steve Gerber (testi) e Pablo Marcos (disegni). Altre due storie sono state realizzate da vari autori;
  7. n. 8 contiene 2 storie : Night of the hunted! realizzata da Larry Lieber (testi) e Ron Wilson (disegni); Makao’s vengeance realizzata da David Anthony Kraft (testi) e Alfredo Alcala(disegni).

The 2nd death around di Tony Isabella (testi) e Ron Wilson (disegni). Anche Mike Esposito, Frank Giacoia, Alan Kupperberg e Duffy Vohland hanno aiutato a finire le tavole di questa storia e Joe Rosen i titoli di alcune pagine.
  • n.10 contiene una storia di Fratello Voodoo, realizzata da Doug Moench (testi) e Tony DeZuniga (disegni); altre storie: Eye for an eye, tooth for a tooth, Malaka’s curse!, Grave business.

Venne annunciato un numero 11 che non venne mai pubblicato. Inoltre uscì un Annual della rivista nel 1975. L’albo conteneva ristampe, con il seguente sommario:

  1. Tales of the Zombie n. 1 (agosto 1973): The altar of the damned! (Prima edizione italiana: L’Altare della dannazione, sull’albo “Il Corriere della Paura” n. 3 (agosto 1974), Editoriale Corno )Zombie! (italiano: Zombie, un uomo senz’anima): dall’albo Tales of the Zombie n. 1 (ristampa di Menace n.5 del luglio 1953)Tales of the Zombie n. 1 (agosto 1973): Night of the walking dead! (Prima edizione italiana: La notte della morte vivente, sull’albo “Il Corriere della Paura” n. 3 (agosto 1974), Editoriale Corno)Twin burial da Tales of the Zombie n. 2 (ottobre 1973) (Prima edizione italiana: Sepoltura gemellare, sull’albo “Il Corriere della Paura” n. 9 (febbraio 1975), Editoriale Corno)Warrior’s burden da Tales of the Zombie n. 3 (gennaio 1974)Jilimbi’s word da Tales of the Zombie n. 3 (gennaio 1974)Death’s bleak birth! da Tales of the Zombie n. 5 (maggio 1974)A second chance to die da Tales of the Zombie n. 7 (settembre 1974)


No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: