Skip to content

American Splendor

12 agosto 2008

  • American Splendor è un film del 2003 scritto e diretto da Shari Springer Berman e Robert Pulcini, presentato nella sezione Un Certain Regard al 56° Festival di Cannes.

  • Locandina del Film

    Locandina del Film

  • Trama

  • Harvey Peckar vive a Cleveland e fa l’archivista in un ospedale. Quando si emoziona perde la voce, la moglie lo ha lasciato perché lo trovava imbarazzante (anche per la disabilità vocale), e Harvey si consola collezionando dischi, in prevalenza jazz. Quando conosce Robert Crumb, che di lì a poco diventerà un famoso fumettista underground (quello di Fritz il gatto e Mr. Natural), Harvey capisce che non può continuare a sprecare la sua vita. Anche lui vuole scrivere fumetti, e sarà proprio Crumb ad illustrare le sue prime storie, che sono autobiografiche, sulla vita di tutti i giorni. Ed è grazie ad American Splendor che Harvey conosce la proprietaria di un negozio di fumetti del Delaware, Joyce Brabner, e se ne innamora…


  • Video Clip Movie

  • American Splendor

  • Commento

  • Perché American Splendor non è uscito in Italia?
  • Perché Paul Giamatti lo conosciamo da pochissimo, e non è certo Brad Pitt. Ma anche perché il film è imbevuto di cultura pop americana e molti riferimenti il nostro pubblico (parlo del pubblico di massa) non potrebbe coglierli. A partire dagli stessi fumetti di Peckar (che in Italia, se non erro, non sono mai usciti), a Crumb, al David Letterman Show, che chi non ha il satellite non ha mai visto. Il film è linguisticamente assai stratificato: c’è il “film” vero e proprio, sulla vita di Harvey Peckar, interpretato da Giamatti. Ci sono le vignette di American Splendor intervallate alle immagini (still frames che diventano vignette), c’è la voce off di Pekar che commenta (la sua vita, ma anche elementi del film, come l’attore che lo interpreta) e c’è lo stesso Peckar nello studio di registrazione, mentre legge le sue battute di sceneggiatura e parla con la troupe, e fa considerazioni su come i soldi ricavati dal film possano o meno servirgli per sbarcare il lunario. Guardate questo film, ne vale la pena. E Paul Giamatti è da inchino.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: