Skip to content

Supreme Power

6 luglio 2008


Copertina del n. 1 USA di Supreme Power
Copertina del n. 1 USA di Supreme Power
Titolo originale Supreme Power
Testi J.M. Straczynski
Disegni Gary Frank
Editore Marvel ComicsMarvel MAX
1ª edizione agosto 2003agosto 2005
Periodicità mensile
Albi 18 (completa)
Formato 17 cm × 26 cm
Editore it. Panini ComicsMarvel Italia
1ª edizione it. ottobre 2004febbraio 2006
Collana 1ª ed. it. 100% Marvel MAX
Periodicità it. irregolare
Albi it. 3 (completa)
Formato it. 17 cm × 26 cm
Rilegatura it. brossurato
Pagine it. 144
Marvel Comics / Marvel MAX
Fumetto e animazione (uso del template)

Supreme Power è il titolo di una serie a fumetti di supereroi pubblicata dalla Marvel Comics tra il 2003 e il 2005, per la linea editoriale “Marvel MAX”, e durata 18 numeri. L’edizione italiana è stata curata da Panini Comics, a partire da ottobre 2004, in volumi brossurati con periodicità irregolare della collana Collezione 100% Marvel MAX.

Supreme Power narra le gesta del team di supereroi Squadrone Supremo, in una versione rivisitata per l’occasione.

Successivamente alla conclusione del primo ciclo di storie di Supreme Power, sono stati pubblicati due spin-off comunque in cronologia che approfondiscono i personaggi di Nighthawk e Hyperion intitolati rispettivamente Nighthawk (testi di J.M. Straczynski, disegni di Steve Dillon) e Hyperion (testi di Straczynski, disegni di Dan Jurgens), che sono stati tradotti sempre da Panini Comics nel medesimo formato e nella stessa collana.

Indice

[nascondi]

Altre informazioni editoriali [modifica]

Il fumetto è illustrato da Gary Frank, mentre i dialoghi iperrealistici e fantascientifici sono scritti da Joe Michael Straczynski, qui in ottima forma sia per la realizzazione del personaggio principale, Mark Milton, sia per tutti i comprimari che prendono parte alla storia.

Si noti che, per la crudezza di alcune immagini, la presenza di scene di nudo ed i temi trattati, il fumetto è pubblicato nella collana “per lettori adulti” Marvel MAX.

A marzo 2006, in USA, viene lanciata la miniserie Squadron Supreme (vol.2), sotto l’etichetta Marvel Knights, che prosegue l’opera narrata in Supreme Power’.

Esistono inoltre almeno tre miniserie correlate alla testata Supreme Power.

Infine, è uscita a fine 2006, una miniserie ambientata nell’universo Ultimate, dal titolo Potere Supremo, che è un crossover con l’universo di Supreme Power e l’universo Ultimate.

Trama [modifica]

Due coniugi vedono – mentre stanno tornando a casa – uno strano bagliore in cielo: sarà una cometa oppure qualcosa di diverso? Chissà…un meteorite? D’un tratto, il meteorite cade in un piccolo campo di grano. I due coniugi si precipitano a vedere cos’é successo. Tra la polvere che si è sollevata, i fusti di grano spezzati e la terra arida c’è una piccola navicella di forma sferica, al cui interno è seduto un bambino, sommerso da tubi e cavi. I due coniugi portano con sé il bambino, ma ben presto le autorità scoprono dell’accaduto.

Recatisi a casa loro, i coniugi ben presto ricevono la visita delle autorità. Il bambino viene loro sottratto e condotto in un laboratorio. Qui, dopo alcuni giorni di quarantena, il bambino viene affidato a due coniugi: egli si chiamerà Mark Milton, un nome comunissimo che non può suscitare protesta, vivrà in una comoda e confortevole casa americana, una casa comunissima che non può suscitare protesta, avrà due genitori tipicamente fedeli al sogno americano, due genitori che non possono suscitare protesta: dovrà essere allevato come il portavoce del sogno americano, l’unico essere in grado di far dominare incontrastata l’America su qualsiasi altra nazione.

Perché se così non fosse, gli Stati Uniti, l’America, l’intero universo sarebbero nelle mani di un solo uomo: e se di poteri supremi ce ne fossero due? O tre? O quattro? Cosa potrebbe succedere a quel punto?

I mondi dello Squadrone Supremo [modifica]

La copertina del numero 1 di Squadron Supreme, da cui Supreme Power è esplicitamente tratto.

La copertina del numero 1 di Squadron Supreme, da cui Supreme Power è esplicitamente tratto.

La storia editoriale e dei personaggi legati allo Squadrone Supremo è lunga e travagliata, affondando nelle radici più antiche del Marvel Universe.

Infatti era il 1969 quando lo scrittore Roy Thomas, fan della lega dei supereroi JLA della DC Comics, decise di introdurre, come antagonisti ai Vendicatori, un gruppo di criminali che strizzasse l’occhio alla JLA medesima, chiamandolo Squadrone Sinistro (The Avengers n.69-71 – ottobredicembre 1969 – In Italia Thor n.84-86 Editoriale Corno), introducendo così i futuri Hyperion, Dr.Spectrum, Trottola e Nottolone.

La saga presenta il team come “pedine” di una mirabile “partita a scacchi cosmica” tra il Gran Maestro e Kang il conquistatore, dove compariranno anche gli Invasori.

Bisogna attendere un paio d’anni pero’ (The Avengers n.85-86 (marzoaprile 1971), prima che venga coniato il termine Squadrone Supremo, e cio avviene durante il viaggio di ritorno dei Vendicatori dalla dimensione di Akon.

Qui, invece di tornare alla loro dimensione classica, finiscono in un universo alternativo (Terra-S o Terra-712, per distinguerlo da quello della continuity classica), dove incontrano lo Squadrone, unico supergruppo di eroi operante su questa Terra.

Retroattivamente (serie Supreme Squadron) verrà spiegato che il Gran Maestro si era scontrato, prima di creare lo Squadrone Sinistro, con il Centurione Scarlatto di Terra-712, ed aveva usato lo Squadrone originale come suo team. Vincendo la battaglia, li prese a modello per creare lo Squadrone Sinistro.

Quindi entrambi gli Squadroni (della Terra classica e di Terra-712), compariranno più volte negli anni a venire. Anzi le interazioni saranno tali che l’Hyperion “sinistro” finirà su Terra-712 e viceversa… complice anche un certo Emil Burbank, alias Master Menace, l’equivalente di Terra-712 di Lex Luthor.
Notevoli sono la saga con l’Iniziato (Overmind in inglese) apparsa sui Difensori e, soprattutto, la miniserie di dodici numeri, Squadron Supreme (vol.1), scritta dal compianto Mark Gruenwald nel 1985, a cui ha fatto seguito una graphic novel. In Italia la miniserie è apparsa su “Iron Man”, nn. 25/27-29/37, edito dalla Play Press.

In questa saga, Gruenwald anticipava già alcune tematiche che sono poi riprese in serie di culto come Watchmen di Alan Moore o Rising Stars di J.M. Straczynski.

Fanno seguito, negli anni, molteplici saghe, anche se sempre più diradate, sino al “one-shot” del 1998, dove, apparentemente per sempre, tornano al loro mondo natale. Vengono ripescati dal limbo editoriale tempo dopo, durante una saga di Exiles, dove i ‘salti dimensionali’ sono all’ordine del giorno.

Come non bastasse, nel 2003 , Bendis e Straczynski, decidono di prendere i concetti-base dello Squadrone Supremo, per rinnovarlo, dandogli un nuovo corso e nuove tematiche. Tutta la precedente ambientazione (Terra-712) comunque non viene, ovviamente, retroattivamente cancellata. Ergo questa nuova “reincarnazione” viene classificata, per differenziarla, e in accordo con Official Handbook to the Marvel Universe: Alternate Worlds 2005, come Terra-31916.
Tornando ai contenuti di “Supreme Power”, Il fumetto è una delle migliori interpretazioni del pensiero di Superman: il suo più grande dubbio alieno/umano è ben amalgamato insieme alle varie storie da Straczynski. Bene inoltre è creata la differenziazione tra Hyperion e Zarda, il suo contraltare.

Infatti, se Hyperion è l’alieno che vorrebbe fare qualcosa per la Terra e non sa che cosa fare in quanto alieno, Zarda è la donna/alieno che è consciente del suo compito, del suo passato e del suo destino, una sorta di mentore per Hyperion.

Altri personaggi [modifica]

Edizione Italiana [modifica]

  1. J. M. Straczynski- G. Frank, Collezione 100% Marvel: Max – Contatto, Panini Comics, 2004
  2. J. M. Straczynski- G. Frank, Collezione 100% Marvel: Max – Poteri e Autorità, Panini Comics, 2005
  3. J. M. Straczynski- G. Frank, Collezione 100% Marvel: Max – La dichiarazione di Mark Milton, Panini Comics, 2006
  4. D. Way – S. Dillon, Collezione 100% Marvel: Max – Nighthawk, Panini Comics, 2006

Potere Supremo [modifica]

Per approfondire, vedi la voce Potere Supremo.
Il logo di Ultimate Power, presentata in italiano con il titolo Potere Supremo.

Il logo di Ultimate Power, presentata in italiano con il titolo Potere Supremo.

Potere Supremo (Ultimate Power) è una miniserie di nove numeri ambientata nell’universo Ultimate, ma che ha anche interazioni con quello di Terra 31916 (il cosiddetto Supremeverse).

La miniserie è stata pubblicata in USA dall’ottobre 2006 al dicembre 2007, con alcuni ritardi nelle uscite rispetto alle date previste. È stata scritta da Brian Michael Bendis, J. Michael Straczynski e Jeph Loeb e disegnata da Greg Land.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: