Skip to content

Spawn

2 giugno 2008

Copertina del n. 75 di Spawn (ed. it., di McFarlane/Capullo)
Copertina del n. 75 di Spawn (ed. it., di McFarlane/Capullo)
Nome originale Spawn
Alter ego Al Simmons
Creato da Todd McFarlane (testi e disegni)
Editore Image Comics
Apparizione giugno 1992
1ª app. in Spawn n. 1
Editore it. Star Comics
1ª apparizione it. 1994
Testata 1ª app. it. Image n. 1
Voce orig. Keith David (serie di cartoni animati HBO)
Voce italiana Fabrizio Pucci (serie di cartoni animati HBO)
Stato attuale attivo
Oggetti
  • armatura senziente
  • catene senzienti
Abilità
  • teletrasporto
  • muta-forma
  • resistenza e forza sovrumane
  • emissione raggi di energia
Parenti
  • Wanda (vedova)
  • Cyan (figlia della vedova)
Spawn
fumetto
Titolo originale Spawn
Testi
Disegni
Editore Image Comics
1ª edizione giugno 1992
Periodicità mensile
Albi 167 (in corso)
Formato 17 cm × 26 cm
Rilegatura spillato
Pagine 32
1ª edizione it. 1994
Testi it. Pier Paolo Ronchetti (traduzione)
Image Comics

Spawn, per intero Hellspawn (covata/progenie infernale), il cui vero nome è Al Simmons, è un personaggio dei fumetti, creato da Todd McFarlane, disegnatore e sceneggiatore delle storie. È pubblicato dalla Image Comics, ma i diritti sono della Todd Mcfarlane Production. In Italia le sue storie vengono tradotte dalla Panini Comics, sotto l’etichetta Cult Comics. La prima storia di Spawn, che registrò un record di vendita negli USA, è uscita nel giugno del 1992.

Biografia del personaggio

https://i2.wp.com/www.geocities.com/axel2sa/images2/Spawn.jpg

Al Simmons decise di ritirarsi dal proprio lavoro di killer per i servizi segreti USA. Troppo sangue sulla sua divisa, troppe notti insonni vegliate al lume della colpa. Diverso il parere del diretto superiore, Jason Wynn, capo della C.I.A. Wynn, temendo che Simmons potesse rivelare i segreti di cui era a conoscenza, ne ordinò l’eliminazione. Incaricato dell’omicidio fu Bruce Stintson, nome in codice Chapel, amico di Simmons e per questo facilitato nel compito di avvicinarlo in missione senza destare sospetti.

Trucidato in Botswana, Simmons si ritrova catapulatato all’Inferno, dove un demone dell’ ottavo cerchio dell’inferno, Malebolgia, gli propone un patto: «Rivedrai tua moglie Wanda, in cambio comanderai il mio esercito nell’Armageddon, conducendolo sino ai cancelli del Paradiso».

Il demonio, sempre subdolo, lo fa tornare sulla terra ma con un nuovo corpo deforme, dei poteri sovrannaturali e una armatura senziente, in grado di proteggere chi la indossa. Inoltre, sono passati cinque anni dalla morte di Simmons: Wanda si è risposata con il suo migliore amico ai tempi della C.I.A., Terry Fitzgerald, con cui ha avuto una figlia che lui non era stato capace di darle.

Come se ciò non bastasse, ultima beffa: il potere che Malebolgia gli ha conferito ha un limite, ogni volta che viene usato si consuma, e una volta esaurito Spawn dovrà fare ritorno all’Inferno come generale degli Inferi. Per sempre.

https://i1.wp.com/www.comicus.it/images/rubriche/mc/081221/Spawn.jpgRibellatosi al suo nuovo “padre”, questo figlio degl’inferi si ritrova solo a New York, abbandonato nella Città dei Topi, come amici solo i barboni (fra i quali uno in particolare, Cagliostro, si rivelerà essere stato in passato anch’egli vittima degli inganni di Malebolgia).

Non un supereroe, quindi, ma solo una creatura infelice che rivorrebbe indietro la sua vita, la sua faccia e soprattutto sua moglie. Si ritrova invece braccato dalle forze del male per il suo tradimento, da quelle del Paradiso per il solo fatto di esistere e dai servizi segreti americani perché il suo ex capo, Wynn, lo crede ancora vivo e pericoloso. In seguito, a dargli la caccia si aggiunge anche la Mafia, perché disturbata nei suoi affari da questo protettore di diseredati e rifiuti umani.

Poteri e abilità

Il suo corpo è composto di una sostanza chiamata necroplasma, praticamente indistruttibile perché si rigenera da sé. La sua armatura – che è un essere senziente – gli conferisce facoltà straordinarie (come forze sovrumana e teletrasporto) ma in una misura limitata, è una risorsa che pare avrà termine. Per questo motivo Spawn ne fa un uso moderato, utilizzando spesso le abilità che ha acquisito durante il suo addestramento militare nel combattimento corpo a corpo e nell’uso delle armi da fuoco.

L’armatura è dotata di varie armi naturali incorporate nella sua stessa struttura, come ad esempio delle catene estensibili poste all’altezza del petto e della cintura, le quali possono modificare la loro forma sfoderando lame e spunzoni in vari punti.

Inoltre Spawn dispone di un mantello demoniaco che gli consente di volare e planare, mimetizzarsi perfettamente con qualsiasi fondale e assumere svariate forme di consistenza differente, dal normale tessuto al cemento armato.

Avversari

Pittoresca e visionaria la rogue gallery (galleria di furfanti, nemici) di Spawn:

  • https://i2.wp.com/images2.wikia.nocookie.net/imagecomics/images/thumb/8/8a/Spawn_4.jpg/300px-Spawn_4.jpgChapel: ovviamente, che nel frattempo è entrato a far parte del gruppo di supereroi denominati Youngblood, dei quali lui rappresenta in parte l’anima oscura.
  • Jason Wynn: sempre più invischiato in complesse e oscure macchinazioni politico-criminali.
  • Il Clown: emissario dell’Inferno conosciuto come il Violatore (Violator), il primo di cinque figli di un’antico demone, che avrebbe dovuto istruire Spawn sulla sua missione, e si ritrova piuttosto a combatterlo per piegarlo ai voleri delle tenebre.
  • Angela: bellissima cacciatrice di demoni, angelo del Paradiso, decisa ad aggiungere un nuovo scalpo alla sua sala dei trofei, s’innamora di lui e lo aiuta nella battaglia finale contro Malebolgia ma viene uccisa da quest’ultimo.
  • Il Redentore: soldato celeste, una sorta di Anti-Spawn all’inizio era Wynn reclutato dal Paradiso per uccidere Spawn. Ultimamente ne è comparso un altro, un ragazzo deciso di farla pagare a Spawn per avergli distrutto la famiglia. Nella battaglia di Spawn per conquistare l’Inferno venne lasciato da Simmons. In seguito Nyx che aveva preso il costume da Spawn lo portò con lui nel mondo terreno, dovette difendere quest’ultima da Spawn infuriato per il tradimento dell’amica che l’aveva ucciso essendosi ripresa il suo costume.
  • Nyx: Una strega che aiutò Al a ricordare il suo passato, quando seppe che Mammon aveva in balia una sua amica all’Inferno decise di prendere il potere di Spawn e scendere nell’Inferno per salvare l’amica. Non poteva farla tornare nel mondo materiale poiché il suo corpo non c’era più, assieme al Redentore ritornò sulla Terra dove affronto un Simmons infuriato per il suo tradimento.
  • Cy-Gor: infelice creatura, gorilla manipolato in laboratorio al fine di creare la perfetta macchina per uccidere.
  • Overt-kill: sicario della malavita, ciberneticamente potenziato;
  • Il Maledetto: fanatico religioso che vuole sezionare Spawn per studiarne i segreti.

Questi gli avversari principali, ai quali non mancano di unirsi criminali minori come il Freak, psicopatico manipolatore, John John Sansker, vampiro secolare deciso a distruggere il fu Al Simmons, e poi ancora Antony Twistelli, boss mafioso in apparenza solo greve e volgare ma pericolosissimo.

https://i2.wp.com/i211.photobucket.com/albums/bb207/Randomanimal12/Batman_vs_Spawn_by_Necrossos.jpg

Autori

Todd McFarlane era all’epoca della creazione di Spawn, uno dei disegnatori più apprezzati dal pubblico, fu lui a dare l’ultimo tocco d’autore a un già ben noto eroe dei fumetti come l’Uomo Ragno, ma il suo talento come sceneggiatore si rivelò inaspettatamente adeguato alla situazione. Era palpabile, all’epoca, il coinvolgimento emotivo dell’autore nelle storie che scriveva, forse persino un pizzico di autobiografismo (a cominciare dai nomi dei personaggi, molti dei quali riferiti a persone realmente esistenti). Nonostante buona parte della critica bollasse il fumetto come fenomeno di costume, quasi una moda, Spawn si rivelò essere uno dei fumetti più importanti degli anni novanta, al pari del Supreme di Alan Moore. E proprio il Bardo di Northamton fu uno dei tanti autori ospiti di questo Figlio delle Tenebre.

Infatti, nei primi anni di vita editoriale di Spawn McFarlane chiamò a sé alcuni dei migliori scrittori del panorama fumettistico anglo-statunitense: Moore (autore di Watchmen e Killing Joke) scrisse due numeri della serie regolare, una miniserie di quattro, un’altra di quattro in cui Spawn incontrava i Wildc.A.T.S. (altri supereroi Image), una di tre incentrata sul Clown e una di quattro in cui il Clown si scontrava con Badrock, membro degli Youngblood; Neil Gaiman, autore di Sandman, scrisse un numero delle serie più una mini di tre su Angela; Frank Miller (Sin City, Il https://i0.wp.com/www.beyondcomicsinc.com/images/Spawn%20poster30%20.jpgritorno del cavaliere oscuro, Elektra: Assassin) scrisse anch’egli solo un numero della serie regolare, più però una storia doppia il cui titolo, Spawn/Batman, non lascia dubbi sui due protagonisti; Dave Sim (Cerebus) scrisse un episodio fuori continuity, una metafora del rapporto fra i personaggi ed i loro creatori; Grant Morrison (Doom Patrol, Animal Man, Arkham Asylum, Invisibles, New X-Men”) scrisse una saga in tre parti; infine Garth Ennis (Hellblazer, Hitman, Preacher, Punisher) scrisse una miniserie in tre parti con Witchblade come ospite straordinaria.

Questi autori, in un modo o nell’altro, lasciarono quasi tutti un segno indeleble su Spawn: personaggi come Cagliostro, Angela, il Redentore, lo Spawn Medioevale, furono tutti inventati proprio da questi “ospiti”. E sempre loro idearono la struttura dantesca dell’Inferno e quella burocratica del Paradiso.

Fin qui, si può parlare di una Golden Age di Spawn: quando a curarne le sue avventure erano il suo creatore, McFarlane, e di tanto in tanto alcuni importanti autori del comicdom USA.

Poi, intorno alla primavera del 1995, si entra nella Silver Age del personaggio: il McFarlane sceneggiatore chiude la sua creatura ad ogni collaborazione esterna, come disegnatore passa invece le consegne a Greg Capullo, che dopo un periodo di rodaggio iniziale (durante il quale si darà a volte il cambio con l’ottimo Tony Daniel) imprimerà alla testata un taglio grafico molto personale, con il quale a lungo i lettori si ritroveranno ad identificare lo stesso Spawn (quasi “dimenticando” l’apporto di McFarlane).

Questa fase, secondo critica e pubblico[citazione necessaria], rappresenta uno dei periodi migliori della testata.

Incontri con altri personaggi

Spawn ha incrociato le strade di altri eroi di altre case editrici come Batman (in un albo scritto da Frank Miller), Witchblade, Wildcats, Youngblood, Savage Dragon, Cerebus, The Ant e Shadowhawk.

Edizioni italiane

La prima casa editrice a importare in Italia i fumetti di Spawn fu la Star Comics. Successivamente (dicembre 1996) i diritti vennero rilevati dalla Panini Comics, con una manovra di marketing che sollevò numerose polemiche nel settore, sia da parte della stampa specializzata sia da parte degli appassionati. Dopo un buon avvio di vendite la periodicità della collana è stata ridotta da mensile a trimestrale.

Altri media

https://i2.wp.com/spawnfans.com/files/2008/12/spawn.jpg
  • Spawn ha avuto una trasposizione cinematografica nel 1997, interpretata dall’attore Michael Jai White e da John Leguizamo nel ruolo del Clown. Lo stesso McFarlane sta producendo e dirigendo un seguito di questo film.[1]
  • La HBO ha prodotto un’apprezzata serie di cartoni animati dedicata a Spawn intitolata Todd McFarlane’s Spawn. A prestare voce al personaggio nell’edizione italiana della serie e a curarne la direzione del doppiaggio è stato il doppiatore Fabrizio Pucci.
  • E’ stato pubblicato The Adventures of Spawn un webcomics dedicato ad un Spawn alternativo più adatto ai teenagers e vicino allo stile del cartoon.
  • Spawn è stato protagonista di numerosi videogiochi fra questi il più significativo è Spawn – Armageddon prodotto dalla Namco nel 2003 per XBox, Playstation 2 e Gamecube. Altri giochi furono Spawn the Eternal (1998) per Playstation, che non ebbe grande successo e Spawn: In the Demon’s Hand (2000) per Dreamcast che ebbe un discreto riscontro di vendite. Da segnalare la presenza di Spawn come personaggio giocabile in Soul Calibur 2 (2004), nella versione per XBox.
  • Inoltre lo stesso McFarlane ha messo in commercio dei pupazzi (action figures) dedicate a Spawn e al suo mondo, che hanno venduto moltissimo in tutto il mondo, oltre a una serie di articoli di merchandise come magliette, cappellini e simili. Il marchio McFarlane Toys è diventato ormai una realtà consolidata in questo mercato.

Note https://i0.wp.com/www.freewebs.com/kamasutras/spawn_comic_cover_106_cl.jpg

Collegamenti esterni

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: