Skip to content

Renzo Barbieri

2 giugno 2008

Renzo  Barbieri

Renzo Barbieri nasce a Milano il 10 marzo 1940.
Si dedica al fumetto prima come scrittore e successivamente, passando dall’altra parte della barricata, come editore.
Scrive fumetti per l’
Editrice Dardo e per le Edizioni Alpe e contemporaneamente svolge l’attività di giornalista per “La notte”.
La sua fama è però legata all’attivita di editore svolta con la fondazione della casa editrice
Edifumetto. In realtà la sua prima casa editrice si chiama Editrice 66, fondata appunto nel 1966. La Editrice 66 si insinua sul terreno del fumetto “per adulti” che sta ottenendo successo nel periodo (Diabolik, Kriminal e Satanik su tutti) cercando di giocare la carta dell’erotismo esplicito; pubblica così alcune testate sceneggiate da Renzo Barbieri e disegnate da Sandro Angiolini (Isabella, il primo fumetto erotico italiano in formato tascabile e l’agente segreto Goldrake), ma lo scarso successo delle due serie porta al fallimento della casa editrice.
Dal sodalizio con Giorgio Cavedon nasce una nuova casa editrice, la ErreGi, che pubblica con successo diversi personaggi (il già noto Isabella,
Jacula, Lucrezia), perlopiù di carattere erotico. Nel 1972 La ErreGi diventa completamente di proprietà di Cavedon, con tutti i suoi personaggi e Barbieri fonda la storica Edifumetto.

Necron e Frieda Boher - Magnus
L’originale versione di Frankenstein targata Barbieri, Necron e Frieda Boher per i disegni di Magnus

Chiaramente Barbieri si trova di fronte alla necessità di creare nuovi personaggi dato che i diritti delle sue vecchie creature sono rimasti alla ErreGi (ma il personaggio di Jacula passa alla Edifumetto). Nascono così numerose nuove testate, spesso di caratte erotico-pornografico (fra le tante ricordiamo Playcolt, Una, Sukia, Belzeba, Yra disegnata da Leone Frollo ed il classico Zora la vampira, riscoperto di recente grazie ad un adattamento cinematografico), che hanno discreto successo è spingono Barbieri a puntare sulla quantità più che sulla qualità, con ritmi incalzanti di produzione e pubblicazione.
Renzo Barbieri ha contribuito, grazie alle sue case editrici, a rendere possibile la pubblicazione di alcuni capolavori del fumetto realizzati da grandi artisti (Magnus,
Ferdinando Tacconi e Leone Frollo per citarne alcuni), racconti non sempre e non necessariamente di carattere erotico. Ricordiamo a questo proposito le opere del grandissimo Magnus edite da Barbieri: lo spettacolare fumetto erotico Necron (nato dall’idea dello stesso Barbieri di affiancare un personaggio robotico ad una donna dominatrice, ma sceneggiato da Mirka Martini su story-board di Renzo Barbieri), i brevi racconti sexy Mezzanote di morte, Dieci cavalieri e un mago, Quella sera al collegio femminile ed Il teschio vivente, il racconto lungo Vendetta macumba e soprattuto gli indimenticabili capolavori de I briganti, La compagnia della forca e Lo Sconosciuto.
Non è sempre la Edifumetto a pubblicare le testate, nel corso degli anni saranno le Edizioni GEIS, la SEGI, le Edizioni Lo Squalo/Squalo Comics srl e la Renzo Barbieri Editore srl.
E’ morto nella notte tra il 22 e il 23 settmbre 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: