Skip to content

Marvel Italia

2 giugno 2008

« La Marvel Italia? Fra sei mesi chiude! »
(Anonimo bolognese, maggio 1994)

Marvel Italia nasce sui banchi di Lucca Comics il 18 marzo 1994 (il 19, ad essere pignoli) come editore, ponendosi come una delle filiali europee della Marvel Comics e primo tassello della futura Marvel Europa. Oggi è semplicemente un marchio, una divisione editoriale dell’editore Panini Comics.

https://i2.wp.com/www.frame-magazine.com/wp-content/uploads/spiderman502.jpg

La storia della Marvel in Italia

Creata in un primo tempo dalla Marvel statunitense, poi venduta per risolvere alcuni problemi economici, e infine gestita dalla Panini Comics, oggi Marvel Italia è una divisione editoriale (al pari di Cult Comics e di Planet Manga) della stessa Panini, sotto il cui nome vengono raccolti gli albi dei supereroi Marvel, sia quelli della lihttps://i0.wp.com/www.frame-magazine.com/wp-content/uploads/f4-292.jpgnea editoriale classica, sia quelli delle linee alternative come l’Ultimate Universe o la MAX Comics.

La storia della Marvel in Italia però inizia da molto prima.

Il primo a portare i fumetti Marvel in Italia fu Oreste Del Buono, all’epoca direttore di Linus, che nel 1965 pubblicò sulle pagine della rivista un paio di storie dei Fantastici Quattro. Poi, più nulla, almeno fino al marzo 1970, quando l’Editoriale Corno diretta da Luciano Secchi, alias Max Bunker, iniziò a pubblicare con regolarità degli albi dedicati agli eroi che diedero inizio alla silver-age. Il suo programma editoriale era abbastanza semplice: due quattordicinali, dal titolo L’Uomo Ragno e L’Incredibile Devil, affiancati, un anno dopo, da I Fantastici Quattro e da Il Mitico Thor. Poi arrivarono a ruota gli altri personaggi su nuove riviste: Capitan America, Gli Albi dei Supereroi, Hulk e I Difensori, Conan e Ka-Zar, Shang-Chi, Il Corriere della Paura e molti altri ancora negli anni successivi

Questo fermento editoriale, però, era destinato a concludersi nel 1984, quando la Corno fallì. Ci fu poi una brevissima parentesi con la Labor Comics, che però non riuscì a gestire il materiale e chiuse dopo pochi mesi di attività.https://i1.wp.com/www.uomoragno.org/images/altre%20testate/thor%20x%20-%20marvel%20italia.jpg

Cinque anni dopo, la Star Comics, nata dalle ceneri della Labor, ripropose un mensile dedicato all’Uomo Ragno, rivista che tutt’ora prosegue come più longeva tra quelle dedicate ai supereroi, cui seguì a ruota un mensile dedicato ai Fantastici Quattro, quindi Capitan America e i Vendicatori, Il Punitore, Gli Incredibili X-Men nonché Star Magazine, antologico che presentava altre storie degli eroi Marvel.

Questi eroi non erano stati dati in gestione ad un unico editore, ma anche alla Play Press, alla Comic Art e alla Max Bunker Press, creando non poca confusione nei lettori e non pochi problemi di gestione ai redattori soprattutto per la continuity, molto collegata in un universo complicato come il Marvel Universe, e per i cross-over che in questo modo venivano letti nell’arco di anni e non di mesi come in effetti era programmato in originale.

Questa situazione, ovviamente, non poteva piacere alla Marvel Comics, che in un primo momento sondò il terreno per verificare se l’intero parco delle sue testate potesse essere dato in gestione ad un unico soggetto. Principalmente per promuovere altri progetti e non perdere diritti preziosi, ma anche per effettivi problemi di gestione come l’allineamento delle varie serie ad un unico punto narrativo, ciascuno dei licenziatari sconsigliò la soluzione di un unico editore e rifiutò di farsene carico in prima persona. Gli statunitensi, però, erano in contatto con Marco Lupoi, giovane editor italiano appassionato di supereroi, e si fecero appassionare dall’idea di quest’ultimo: creare ex novo un editore che potesse raccogliere su di sé l’onere e l’onore di pubblicare tutti gli eroi Marvel.

Un esperimento di tal genere era già stato tentato con successo in Gran Bretagna con la Marvel UK: fu infatti anche grazie alla consulenza della sezione britannica che questa costola della Marvel poté iniziare, nel marzo del 1994, la sua attività, all’inizio esclusivamente rivolta alla pubblicazione di storie Marvel: la nascita ufficiale coincide con la Lucca Comics dello stesso annhttps://i2.wp.com/4.bp.blogspot.com/_I6fRquEc_PQ/SEaRXXUmysI/AAAAAAAAEfk/2DSZnGjI87k/s400/Uomo%2BRagno%2BMarvel%2BItalia.jpg

Successivamente, la sezione italiana acquisì una sua indipendenza, acquisendo i diritti di vari manga di indiscutibile valore artistico e di alcuni personaggi della Image Comics, in particolare lo Spawn di Todd McFarlane e tutti i personaggi della Top Cow, studio grafico fondato e gestito da Marc Silvestri. Tutto ciò fu possibile anche perché in patria la Marvel Comics gravava in serie difficoltà finanziarie, che la costrinsero a vendere le filiali europee.

Albi Marvel

Gli albi Marvel attualmente in edicola sono:

  • L’Uomo Ragno, quindicinale che pubblica avventure inedite dell’Uomo Ragno;
  • Spider-Man Collection, che ristampa le prime avventure dell’Uomo Ragno;
  • Fantastici Quattro, mensile dove sono state o sono pubblicate anche le avventure di personaggi collegati come Capitan Marvel, Namor, She-Hulk e Pantera Nera;
  • Devil & Hulk, mensile che pubblica le storie di Devil e Hulk ;
  • Thor, mensile dove, oltre alle avventure del Thor, si trovano anche le storie dei Vendicatori (ora Nuovi Vendicatori) e di Capitan America;
  • Iron Man & i Vendicatori, serie aperiodica che presenta le avventure del solo Iron Man.
  • Iron Man & i Potenti Vendicatori, mensile dedicato alle avventure in solitaria di Iron Man e alla collana Mighty Avengers.
  • Gli Incredibili X-Men, X-Men Deluxe e Wolverine, collane mensili che presentano le avventure dei vari gruppi, sottogruppi e personaggi collegati alla parte mutante dell’universo Marvel;
  • Ultimate Fantastic Four, Ultimate Spider-Man, Ultimate X-Men e Ultimates, collane di periodicità generalmente bimestrale che presentano le avventure degli eroi dell’universo alternativo pubblicato sotto l’etichetta Ultimate Marvel;

Ci sono inoltre diverse collane-“ombrello” con personaggi a rotazione

  • Marvel Mega
  • Marvel Miniserie
  • Marvel Mix
  • Special Events

Vanno ricordate le pubblicazioni progettate appositamente per la vendita nelle fumetterie, edite sotto i nomi di 100% Marvel, 100% Marvel Best (dedicato alle ristampe) e Marvel Monster Edition. Queste collane, rivolte prevalentemente a un pubblico di appassionati, hanno lo scopo principale di proporre storie di difficile collocazione nel mercato delle edicole.

https://i1.wp.com/www.uomoragno.org/images/altre%20testate/marvel%20comics%20presenta%2006.jpg

Bibliografia

Voci correlate

Collegamenti esterni

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: