Skip to content

Kriminal

31 maggio 2008

  • Copertina del n. 1

    Copertina del n. 1

  • Nome originale
  • Anthony Logan
  • Creato da
  • Max Bunker
  • Magnus
  • Editore Editoriale Corno
  • Apparizione
    Kriminal n° 1 Il re del delitto (agosto 1963)
  • Stato attuale
    chiuso
  • Abilità
  • atletico e dalle abilità acrobatiche
  • conoscitore di tecniche di arti marziali e maestro del travestimento
  • Parenti
  • Lola Hudson (compagna di vita e complice)
  • Sam Logan (padre defunto)
  • madre (nome sconosciuto, defunta)
  • Milena (sorella defunta)
  • Gloria (ex-amante)
  • Editoriale Corno
  • Personaggi dei fumetti e dell’animazione
  • Kriminal è un personaggio di spicco del fumetto nero italiano, creato nell’agosto del 1964 da Max BunkerMagnus (al secolo Roberto Raviola, disegni). Il fumetto si inserisce nella “onda noir” del fumetto italiano (inaugurata negli anni ’60 con Diabolik), a cui ha saputo imporre alcune sostanziali innovazioni. (al secolo Luciano Secchi, testi) e
  • Il protagonista, Anthony Logan, è un fuorilegge dalla figura costantemente proiettata nel suo passato tormentato, un personaggio molto complesso e problematico, decisamente fuori dagli schemi tradizionali di allora. La tipica atemporalità dei fumetti viene inoltre sostituita da una trama di fondo – la vita stessa di Logan – che continua a dipanarsi, albo dopo albo.
  • Similmente agli altri fumetti noir, le storie sono ambientate in un mondo fatto di persone corrotte, perverse e prive di scrupoli. Tuttavia, rispetto perfino al capofila Diabolik, per la prima volta appaiono in Kriminal scene erotiche di donne procaci, ritratte talvolta in lingerie, talvolta nude (seppur di schiena).

  • Storia
  • Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
  • Titolo di un celeberrimo fumetto nero italiano,ideato da Max Bunker (al secolo Luciano Secchi) per l’Editoriale Corno,il cui primo numero,”Il re del delitto”, uscì nelle edicole nell’agosto 1964. I disegni delle tavole vennero affidati al giovane Roberto Raviola, meglio conosciuto come Magnus, uno dei migliori disegnatori italiani di tutti i tempi; le copertine vennero realizzate a tempera dal maestro Luigi Correggi.
  •  Magnus tavola per Kriminal

    Una tavola di Magnus

  • Kriminal, il più famoso epigono di Diabolik assieme a Satanik, venne creato appositamente per contrastare il successo del Re del terrore; le stesse tematiche presenti nel fumetto delle sorelle Giussani (violenza,terrore,sesso) vennero esacerbate ancor di più nelle sue pagine rispetto al capostipite originario. Ambientato, come consuetudine in un fumetto noir, in un mondo di corruzione, perversione e con personaggi privi di scrupoli, Kriminal ha la peculiarità di avere una trama di fondo che si dipana albo dopo albo, sostituendo così la tipica atemporalità degli altri giornalini. Inoltre,rispetto al capofila Diabolik, l’argomento sesso è sviluppato in maniera ancora più audace: per la prima volta compaiono scene erotiche, con donne procaci ritratte vestite solo di lingerie o addirittura nude (ma disegnate di schiena), creando grande scandalo; infatti Kriminal è stato bersaglio di numerosi casi di censura e sequestro, a causa dei contenuti troppo espliciti per l’epoca.
  • Vignetta tratta da un numero di KriminalVignetta tratta da un numero di Kriminal
  • Il grande successo di Kriminal è da attribuire,oltre che agli argomenti trattati che,nonostante tutta la pubblicità negativa, incuriosirono e attrassero il pubblico, allo stile grottesco di Magnus, imitato anche dagli altri grafici della serie. Kriminal venne pubblicato dall’estate 1964 fino al novembre 1974, per un totale di 419 numeri; oggi è considerato un cult dagli appassionati del filone nero all’italiana del fumetto degli anni Sessanta.
  • Il protagonista è Anthony Logan, un fuorilegge dal passato tormentato, con una personalità decisamente complessa e problematica, fuori dagli schemi tradizionali del fumetto anni Sessanta. Logan è un giovane londinese (ma di origine statunitense), figlio di Samuel, petroliere. Quando è ancora un bambino il padre fugge disperato a causa dei debiti e abbandona la sua famiglia. Pochi anni dopo la madre di Anthony muore e il ragazzo finisce in riformatorio, colpevole di aggressione nei confronti di una guardia che aveva offeso sua mamma. La sorella Milena, praticamente orfana e sola al mondo, viene affidata a una coppia di nobili. Dopo qualche tempo Logan riesce a fuggire dall’istituto correzionale (uccidendo un guardiano), nel tentativo di rintracciare l’amata sorella. Ma scopre il suo destino orribile: il suo patrigno, dopo aver tentato di abusare di lei,l’ha uccisa strangolandola; Anthony si vendica uccidendo l’uomo. In seguito, Tony Logan diventa trapezista in un circo e diviene celebre col nome di “scheletro volante”, dato che il costume di scena che indossa è una aderente tuta raffigurante una carcassa nera su sfondo giallo e una maschera che riproduce un teschio; ma il desiderio di rintracciare il padre lo spinge a lasciare il lavoro circense. Dopo una lunga ricerca, Anthony troverà il genitore, impiccato. Si era suicidato a causa di una truffa architettata da alcuni suoi soci d’affari, la stessa frode che lo costrinse anni addietro a lasciare moglie e figli. In un documento, Samuel ha scritto tutti i nomi di coloro che lo tradirono. Il figlio decide di punire i responsabili e di ribellarsi a una società in cui l’uomo diventa lupo per l’altro uomo e schiaccia i suoi simili. Dopo aver recuperato la tuta scheletrica con cui si esibiva come funambolo, Logan diventa un crudele criminale spinto dal bisogno di uccidere e assume l’identità di Kriminal. Nelle sue attività illegali Kriminal fa sfoggio della conoscenza di arti marziali, oltre che a mostrare abilità acrobatiche e un fisico atletico; inoltre Logan è un maestro del travestimento.
  • Gli si oppone il coraggioso ispettore Patrick Milton di Scotland Yard, ovviamente in maniera vana dato che Kriminal gli sfugge sempre. Il nemico principale del protagonista però è Mister Ypsilon,il feroce capo di un impero malavitoso,che si è macchiato dell’omicidio del figlio di Kriminal, ancora neonato. Compagna di vita e complice di Anthony Logan è la conturbante, giovane e bellissima Lola Hudson, madre del bambino ucciso, mentre la tormentata fidanzata dell’ispettore Milton è Gloria Farr (che verrà stuprata, in un episodio, da Kriminal). Nell’epopea di Kriminal ci sono sempre personaggi cattivissimi e fortemente negativi e ogni situazione viene sempre esasperata e portata al limite.
  • Il fumetto è stato anche trasposto sul grande schermo in due film: “Kriminal” (1966),diretto da Umberto Lenzi e con Glenn Saxon (Anthony Logan/Kriminal) e Andrea Bosic (ispettore Milton); “Il marchio di Kriminal”(1968), con la regia di Fernando Cerchio e Nando Cicero e lo stesso cast della prima pellicola. Curiosità Kriminal nell’albo numero 90 ,“Quello che non ti aspetti”, incontra Satanik,l’altra celebre creatura del duo Bunker – Magnus e ci va a letto insieme;questo è il primo esempio di cross-over in un fumetto italiano.
  • Com’era prevedibile, Kriminal si rivela un fumetto di “rottura”, forse fin troppo. Numerosissimi sono stati negli anni i casi di censura e di sequestro a causa dei suoi contenuti considerati all’epoca troppo espliciti.
  • Nel 1966, il regista Umberto Lenzi firma Kriminal, il primo film dedicato al personaggio dei fumetti. A questo seguirà nel 1968 Il marchio di Kriminal, di Fernando Cerchio e Nando Cicero.
  • Umberto Lenzi, Kriminal

    Riedizione in DVD del film Kriminal di Umberto Lenzi


  • Kriminal vs Diabolik
  • Se sicuramente Kriminal nasce sulla scia del successo ottenuto da Diabolik e, in qualche modo gli si ispira, non sono indifferenti le caratteristiche che rendono diversi sia i due personaggi che le storie di cui sono protagonisti. Cerchiamo quindi di evidenziare le principali differenze/affinità:
  • Il costume di Kriminal è più spaventoso e più affascinante anche se più “fumettistico” (definizione che sta per “improbabile”).
  • Le storie se pur simili nell’ambientazione degli avvenimenti risultano tanto diverse nello svolgimento: Kriminal riusciva nei suoi intenti (generalmente derubare grosse organizzazione di delinquenti) con mezzi meno sofisticati, e quindi più realistici.
  • Il disegno delle strisce di Kriminal è sicuramente meno reale.
  • In molte storie Kriminal esce sconfitto mentre per Diabolik la sconfitta è pressoché ignota
  • In Kriminal c’è più spazio all’analisi del carattere e della vita privata del protagonista con difetti e problemi che altro non fecero che renderlo più umano, contribuiendo a decretarne il successo. Un po’ come era avvenuto con due altri celebri personaggi dei fumetti: Paperino (Donald Duck) e l’Uomo Ragno (Spider Man).
  • Confrontando la gioventù di Kriminal (episodio: n. 64 – Il segreto di Kriminal) con quella di Diabolik (episodio: Diabolik, chi sei?), scopriamo che le origini del primo sono più realistiche di quelle di Diabolik il quale, ricordiamo brevemente, era un bambino salvato dagli sgherri di King, capo di un’organizzazione di esperti criminali installati su un’isola.
  • Kriminal ha una trama di fondo che si dipana albo dopo albo, sostituendo così la tipica atemporalità non solo di Diabolik ma della stragrande maggioranza dei fumentti.
  • L’argomento sesso in Kriminal è sviluppato in maniera più audace: per la prima volta compaiono scene erotiche, con donne procaci ritratte vestite solo di lingerie o addirittura nude (ma disegnate di schiena), creando grande scandalo.

  • Collegamenti esterni
  • Fumetto nero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: