Skip to content

Agente Segreto X-9


  • Secret Agent X9 by Alex Raymond

    Secret Agent X9 by Alex Raymond

  • Soltanto quindici giorni passarono tra l’esordio sul New York American Journal di Gordon e di Jungle Jim e quello sull’Evening Journal di Secret Agent X-9 (Agente Segreto X-9). Mentre i due primi characters vennero utilizzati nelle tavole domenicali a colori, il terzo fu destinato alle strisce quotidiane, costringendo l’autore Alexander Raymond ad un tour de force eccezionale. Raymond disegnò X-9 dal 22 gennaio 1934 al 16 novembre 1935, anche se dal marzo del 1935 in poi gli esperti hanno riscontrato nelle strisce interventi di altri disegnatori, probabilmente assistenti di Raymond.
  • Disegno di Alex Raymond

  • Al contrario di quanto accade in Gordon e in Jim della Giungla, l’azione in X-9 è molto più rapida e incisiva e questa è una conseguenza del fatto che i primi due personaggi erano protagonisti delle tavole domenicali, mentre il terzo, che veniva pubblicato ogni giorno, era costretto ad un ritmo più rapido: quattro soli quadretti al giorno, che dovevano comunque costituire un passo avanti nella storia e possibilmente, oltre a registrare un colpo di scena, creare anche attesa per la striscia successiva. Quel grande maestro del fumetto che è Alex Raymond si dimostra impareggiabile anche nella particolare tecnica della striscia quotidiana, priva oltre tutto della suggestione del colore.
  • Secret Agent X9

    Secret Agent X9

  • L’esordio del Secret Agent X-9 fu d’altra parte assai brillante anche perché Raymond, solitamente abituato a fare tutto da solo (testi e disegno), questa volta ricorse ad un canovaccio preparato niente di meno che da Dashiell Hammett, il famoso scrittore americano che pochi anni prima aveva pubblicato Il falco maltese, una pietra miliare del romanzo giallo moderno. Hammett collaborò con Raymond solo per la prima avventura, « Il Dominatore » (pubblicato dal 22 gennaio all’1 1 settembre 1934), ma le tracce dell’impostazione psicologica dei personaggi e dell’ambiente (che è quella della depressione americana degli anni trenta caratterizzata da gangster organizzatissimi e da corruzione) si riscontrano facilmente in tutte le sette storie disegnate ufficialmente da Raymond fino al novembre 1935, quando abbandonò il personaggio.
  • Nel « Dominatore », X-9, che viene presentato come agente segreto (molto probabilmente del F.B.I., visto che si muove da uno stato americano all’altro, sempre ottenendo piena collaborazione dalle diverse polizie), combatte contro una banda di malfattori guidata da un. personaggio misterioso, appunto il Dominatore, la cui vera identità sarà rivelata solo alla fine, e naturalmente si tratterà del personaggio meno sospetto.
  • La banda del Dominatore assale addirittura piroscafi, rapina da cima a fondo tutti i passeggeri, e agisce con mezzi imponenti (navi, aerei, motoscafi, e capitali inesauribili) che ritroveremo soltanto nei romanzi di 007 di lan Fleming. Nel corso dell’avventura X-9, che si vale di un aiutante di origine filippina, un certo Ciprandi, fa un incontro molto importante: un signore grassoccio, dall’apparenza estremamente tranquilla ed inoffensiva, che si qualifica come Sinni George Harper Cap (nell’edizione italiana) e che dispensa ai suoi clienti « consigli confidenziali a tutte le ore ». Harper introduce nella vicenda un tono umoristico estremamente gustoso; lo ritroveremo anche nelle altre avventure di X-9 disegnate da Raymond.
  • Nella seconda storia, « Il mistero dei fucili silenziosi » (pubblicata dal 12 settembre al 14 dicembre 1934), X-9 lotta contro una banda comandata da un misterioso personaggio chiamato « Maschera », dotato di un’organizzazione formidabile, che per i suoi continui spostamenti usa aerei privati e che rapisce il finanziere e uomo politico J. B. Marlone. La terza storia, « L’affare Marten » (pubblicata dal 16 dicembre 1934 al 9 marzo 1935), vede l’agente segreto impegnato in una faccenda delicata: la piccola Ida Marten, orfana del ricchissimo Ralph Marten, è disputata, davanti ad un tribunale, dalla madre (una bellissima signora di modeste origini) e dalla ricchissima zia paterna che desidera ottenerla in affidamento per farla diventare una signora dell’alta società, allontanandola dalla madre.

    Secret Agent X9

    Secret Agent X9 visto da Artisti Vari

  • Nel bel mezzo della contesa, la bambina viene rapita, prima con un elicottero e poi con un battello, dalla banda di ricattatori di David il Grasso. Alle ricerche partecipa anche un simpatico ragazzo, Slat, strillone di giornali: X-9 corre pericoli di ogni genere e in una delle strisce veniamo anche a sapere che la sua lotta contro la criminalità iniziò quando una banda di gangster gli uccise per vendetta la moglie e la figlia. La vicenda si conclude positivamente, anche grazie all’aiuto determinante del piccolo Slat. Alla fine, la ricca zia si riconcilierà con la madre Ida, mentre Slat tornerà a vendere giornali agli angoli della strada. e il 21 aprile 1935), è una gustosa avventura di X-9 contro una banda di falsari comandata da un certo Norton che ha riempito una cittadina di banconote false, mentre il quinto, « Il rapimento di Philip Saw » (dal 22 aprile al 27 luglio 1935), vede il ritorno dello spassosissimo grassone George Harper, che ha un peso determinante nella soluzione del caso.

    Locandina del film rimasterizzato

    Locandina del film rimasterizzato

  • Nel penultimo episodio, « 1 gioielli del principe Abdullah », X-9 e George Harper sventano il furto di una collezione di preziosi con una serie di colpi di scena, travestimenti e sparatorie. « L’inafferrabile astuto » (pubblicato dal 23 settembre al 16 novembre 1935), una vicenda che vede l’agente segreto in lotta contro un furbissimo criminale che dopo aver rubato a Bob Denton una collana da centomila dollari si beffa della polizia, fu l’ultima avventura di X-9 disegnata da Alex Raymond.
  • Il lavoro venne proseguito da uno degli allievi di Raymond, Charles Flanders, che si attenne più o meno allo stile del maestro, anche se il personaggio divenne più banale e le vicende meno spettacolari. Quando nel 1937 Flanders si dedicò interamente al suo personaggio Lone Ranger (che era stato creato nel 1933 da Francis H. Striker), X-9 passò al disegnatore N.A. Fonsky, cori risultati imprevedibili: il disegno divenne grezzo e quasi caricaturale, suscitando le proteste degli appassionati: una malavita di maniera popolata di gran brutti ceffi, ma avventure dalla conclusione scontata come si può vedere nelle storie « Il segreto del dottor Deel », « Assassinio all’arsenale », « La vedova nera » e « Espionage Inc. » del 1938.

    Locandina del primo film

    Locandina di un film

  • Con il successivo disegnatore, Austin Briggs, X-9 divenne agente del controspionaggio e fu a sua volta mobilitato, come tanti altri eroi del fumetto, in vista della seconda guerra mondiale. Nel dopoguerra X-9 passò a Mel Graff, divenne ufficialmente un agente del Federal Bureau of Investigation e si venne a sapere che il suo vero nome, che Raymond aveva coperto con lo pseudonimo di Dan, era Phil Corrigan. Entrarono in scena anche il fratello di X-9, Bing Corrigan, suo collaboratore, e una bella ragazza, Wilda, sua fidanzata. il nostro eroe continuò però infaticabilmente a cambiare disegnatori, cosicché dopo essere stato preso In cura da Paul Norris, all’inizio degli anni sessanta fu disegnato da Bob Lubbers (con lo pseudonimo di Bob Lewis), che lo impegnò nella guerra fredda e nello spionaggio: Wilda Doray, l’ex fidanzata e scrittrice di romanzi gialli, divenne sua moglie e le avventure si popolarono dì fanciulle una più bella dell’altra.
  • Tavola di Mel Graff

    Tavola di Mel Graff

  • Nel 1967 il travagliato personaggio finì nelle mani di Al Williamson, che si considera allievo di Alex Raymond, e X-9 perse definitivamente la sua sigla alfa-numerica per chiamarsi soltanto Secret Agent Corrigan. Williamson ha lavorato e lavora tuttora con i testi dello scrittore di gialli Archie Goodwin. L’agente segreto vive così una seconda giovinezza: ha ripreso la sua lotta contro la malavita di casa e le sue storie fanno ricordare il ritmo e il gusto per l’intrigo che Raymond era riuscito a dargli quaranta anni fa. Il successo, come si può comprendere da questa lunga esistenza, non è mancato: si sono fatte, nel 1937 e nel 1945, due serie di film interpretate rispettivamente dagli attori Scott Kolk e Keye Luke.
  • In Italia le strisce giornaliere di X-9 furono pubblicate dall’Avventuroso a partire dal 1934, poi da Robinson, Topolino e dall’Avventura. Anche le storie dei successivi disegnatori (e in particolare quelle d; Flanders, Briggs, Graff, Norris e Lubbers), sono state pubblicate da diversi editori, tra i quali i Fratelli Spada, e Comic Art ha fatto rivivere le tanto discusse avventure del periodo di N. A. Fonsky.

    Altre versioni di Secret Agent X9

    Altre versioni di Secret Agent X9

2 commenti leave one →
  1. 3 marzo 2013 12:19 AM

    How much time did it require u to post “Agente Segreto X-9 | COMICSANDO comic art blog” T I S ?

    It has got a large amount of great tips. With thanks -Cherie

Trackbacks

  1. Epoca D’Oro (21) « Blog Archive « COMICSANDO image

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 35 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: