Skip to content

Corto Maltese


_cortomaltese 01 024665-02 mu06 sconta-2normal_Corto Maltese 02cortoMaltese_1 corto-maltese2-713534cortomaltese7rp corto maltese 100a corto_pic1CortoMalteseaddio2wt5 Corto_Maltese_acquerellato420513 corto malteseaddiocorto maltese3

Corto Maltese

BIOGRAFIA

http://www.socialismolibertario.it/pratt.jpg

Hugo Pratt

Corto Maltese
Creato da Hugo Pratt
Apparizione 1967
Voce italiana Luca Ward
Luogo di nascita La Valletta (Malta)
Data di nascita 10 luglio 1887
Occhi castani
Capelli bruni
Rango capitano
Stato attuale attivo
Alleati
  • Cain Groovesnore
  • Pandora Groovesnore
  • Tristan Bantan
  • Cush
  • Geremia Steiner
  • Rasputin
  • Bocca dorata
Nemici
  • Venexiana Stevenson
Parenti Niña di Gibilterra (madre)

Corto Maltese è un personaggio dei fumetti, un marinaio avventuriero creato dal fumettista e scrittore italianoHugo Pratt. Dal 1993 le sue storie sono pubblicate dall’editore Lizard.

Il personaggio

Corto Maltese (il suo nome somiglia a uno pseudonimo: in argot spagnolo corto vuol dire rapido, maltese1900 agli anni venti). Il padre è un marinaio inglese di Tintagel King’s Arthur Castle in Cornovaglia, nipote di una strega dell’Isola di Man; sua madre è una gitana di Siviglia, la Niña di Gibraltar, modella del pittore Ingres. Trascorre la prima infanzia prima a Gibilterra, poi a Cordova, viene poi mandato dalla madre a La Valletta a studiare alla scuola ebraica del rabbino Ezra Toledano, che lo inizia ai testi dello Zohar e della Cabbala. Quando Amalia, la cartomante si accorge che Corto non possiede la linea della fortuna sulla mano sinistra, Corto Maltese prende un rasoio d’argento di suo padre e se ne incide una da solo. Porta un orecchino all’orecchio sinistro, seguendo una tradizione già presente nel XIX secolo nella Marina Mercantile Inglese. L’orecchino all’orecchio destro, invece, era in uso nella Marina da Guerra, sempre in Inghilterra. Pare che portarlo all’orecchio sinistro sia un simbolo anarchico. Il misterioso marinaio dall’orecchio bucato quindi non è nient’altro che l’alter ego di Hugo Pratt.[senza fonte]

Il personaggio debutta nel fumetto a puntate Una ballata del mare salato (1967), una storia di pirati ambientata nelle isole del Pacifico agli inizi della prima guerra mondiale, in un arco di tempo che va dal 1900 al 1929.

Corto Maltese impersona lo scetticismo dell’autore riguardo le convinzioni nazionalistiche, ideologiche e religiose. Corto fa amicizia con persone di tutti i tipi: il criminale russo Rasputin (nessuna relazione storica con il personaggio omonimo realmente esistito, anche se il Rasputin di Pratt è fisicamente modellato su quello storico), il piccolo ereditiero inglese Tristan Bantham, la strega voodoo Bocca Dorata, lo sciamano Shamael e il professore universitario ceco Jeremiah Steiner (anch’esso esistito sotto il nome di Rodolfo Steiner). Inoltre incontra molte figure storiche reali, fra cui Jack London, Ernest Hemingway, Gabriele D’Annunzio, Herman Hesse, Butch Cassidy, il generale russo Roman von Ungern-Sternberg ed il turco Enver Pasha. Le persone che incontra lo trattano con grande rispetto, come quando una telefonata a Josif Stalin lo libera dagli arresti mentre è incarcerato sul confine fra Turchia e Armenia.

Le storie di Corto Maltese spaziano dalle avventure storiche alle sequenze oniriche.

Cronologia della vita di Corto Maltese

Corto Maltese nasce il 10 luglio 1887 a La Valletta, nell’isola di Malta. È figlio della Niña di Gibilterra e di un marinaio della Cornovaglia di cui non si conosce il nome. La Niña di Gibilterra era una donna gitana, nata a Siviglia, che praticava la magia e la lettura della mano. Corto, durante la sua infanzia, legge i grandi autori dell’avventura come Stevenson e Melville.

A soli 13 anni, nell’anno 1900, lo troviamo in Cina dove assiste e forse partecipa alla guerra dei Boxers. Nel 1904 Corto si imbarca sul Vanità Dorata. Fa scalo a Buenos Aires, dove viene iniziato al tango, è presente in Manciuria durante la guerra Russo-Giapponese ed incontra il giornalista e futuro scrittore Jack London. Fa la conoscenza anche con il personaggio che lo seguirà, volente o nolente, in molte delle sue avventure: Rasputin, allora disertore dell’esercito zarista.

Nel 1905 assieme a Rasputin lascia l’Oriente in nave per raggiungere l’Africa sperando di trovare le miniere d’oro di Duncalia, ma, a causa di un ammutinamento, sbarcano in Argentina. Qui Corto e Rasputin incontrano Butch Cassidy e Sundance Kid, i due fuorilegge statunitensi rifugiatisi in Patagonia per sfuggire alle polizie di mezzo mondo.

(Storie di questo periodo: La giovinezza)

Nel 1906 è ad Ancona, dove incontra un giovane Stalin, che fa il portiere di notte in un albergo. Nel 1908 torna in Argentina, dove incontra nuovamente l’amico Jack London. Poi, a bordo di diverse navi gira per i sette mari, attraccando, fra l’altro, negli Stati Uniti ed in Cina. Nel 1910 trasporta bestiame da Boston a Liverpool e diventa pirata. Entra anche nell’organizzazione del Monaco, misterioso armatore di una flotta pirata nell’Oceano Pacifico.

Tre anni dopo il suo equipaggio si ammutina e lo abbandona legato su una zattera al largo delle Isole Salomone. Viene ripescato dall’imbarcazione dell’amico-nemico Rasputin, anche lui al servizio del Monaco. Sull’isola di Escondida si svolge la “ballata” di Corto e di tanti altri personaggi, fra cui i due cugini Groovesnore: Pandora e Cain. Sullo sfondo, la prima guerra mondiale, da poco iniziata.
Pandora Groovesnore, nipote del Monaco, sembra innamorarsi di Corto Maltese, ma alla fine della storia torna in Australia dove sposerà un altro uomo. Sembra che alla fine delle vicende che vedono protagonista Corto Maltese, Pandora e Corto si ritroveranno.

(Storie di questo periodo: Una ballata del mare salato)

Nel 1916 ritroviamo Corto in Sudamerica. Qui ha luogo la serie di storie più lunga, ambientate fra Brasile, Colombia, Belize, Antille, Venezuela e Honduras. E qui conosce tanti personaggi fra cui il giovanissimo Tristan Bantam, sua sorella Morgana, la veggente Bocca Dorata ed il professore ceco Steiner. Le avventure sudamericane terminano nel 1917.

(Storie di questo periodo: Il segreto di Tristan Bantam, Appuntamento a Bahia, Samba con Tiro Fisso, Un’aquila nella giungla, …e riparleremo dei Gentiluomini di Fortuna, Per colpa di un gabbiano, Teste e Funghi, La Conga delle Banane, Vudù per il presidente, La laguna dei bei sogni, Nonni e fiabe)

Nel 1917 Corto si trova in Veneto, dove assiste impotente allo scempio della prima guerra mondiale. Frattanto si interessa al mistero delle “Sette città di Cibola”, un’ennesima versione del mito dell’Eldorado. In un monastero di Venezia recupera la mappa delle città misteriose, ma si accorge che una sua vecchia conoscenza, Venexiana Stevenson, ha avuto la sua stessa intuizione. Con l’aiuto di soldati di diverse nazioni riesce a recuperare, in un paesino sulla linea del fronte, l’oro del re del Montenegro.

(Storie di questo periodo: L’angelo della finestra d’Oriente, Sotto la bandiera dell’oro)

Pochi mesi dopo, sempre nel 1917, Corto si sposta in Irlanda. Qui cominciano le quattro avventure, denominate “le Celtiche”, che si svolgono a distanza di pochi giorni, in Irlanda, a Stonehenge ed in Bretagna. Durante le sue avventure, Corto si troverà un’altra volta impegnato in azioni di guerra, ritroverà Cain Groovesnore che gli darà notizie dell’incostante Pandora ed assisterà alla morte del Barone Rosso (21 aprile 1918).

(Storie di questo periodo dette ‘Le Celtiche’: Concerto in o’ minore per arpa e nitroglicerina, Sogno di un mattino di mezzo inverno, Cotes de nuit e Rose di Piccardia, Burlesca e no tra Zuydcoote e Bray-Dunes)

Nell’estate del 1918 Corto si trova nello Yemen, incaricato di comandare una nave per conto di un signore della guerra arabo. Incontra Cush, il guerriero dancalico, che lo affiancherà in tutte le vicende in cui verrà coinvolto, fra Yemen, Somalia ed Etiopia.

(Storie di questo periodo dette ‘Le etiopiche’: Nel nome di Allah misericordioso e compassionevole, L’ultimo colpo, E di altri Romei e di altre Giuliette, Leopardi)

Nell’autunno del 1918 Corto ha raggiunto Hong Kong, dove ha una casa. Ci rimane poco, dato che riparte alla volta della Siberia, passando per la Cina, all’inseguimento di un treno carico d’oro. Una storia che dura circa due anni.

(Storie di questo periodo: Corte Sconta detta Arcana)

Nell’aprile 1921, tornato dall’Asia, Corto si ferma a Venezia, dove ha numerosi amici fra cui Gambetta d’Argento; incontra poi, di sfuggita, Gabriele D’Annunzio. Nella magica città lagunare viene coinvolto in una storia altrettanto magica, in cui se la deve vedere con i membri di una misteriosa Loggia Massonica.

(Storie di questo periodo: Favola di Venezia)

Nell’autunno 1921 Corto si trova in Grecia, e più precisamente sull’isola di Rodi. Da qui si imbarcherà per uno dei suoi viaggi più lunghi: destinazione Samarcanda, lungo la mitica Via della Seta, ancora una volta alla ricerca di un tesoro, quello di Alessandro il Grande.

(Storie di questo periodo: La casa dorata di Samarcanda)

Corto attraversa ancora una volta l’Atlantico. Arriva in Argentina dove viene coinvolto in una storia che è quasi un film poliziesco. Deve scoprire che fine ha fatto una sua vecchia amica, Louise. Per farlo si scontra con la polizia locale. È il 1923.

(Storie di questo periodo: Tango)

L’anno seguente, 1924, Corto è tornato in Europa ed intraprende un lungo viaggio attraverso la Svizzera, di nuovo in compagnia del professor Steiner. Qui incontra lo scrittore Herman Hesse.

(Storie di questo periodo: Le elvetiche detta anche Rosa Alchemica)

Nel 1925 è ambientata l’ultima delle avventure di Corto che Hugo Pratt disegna. Corto parte per il Sud America, assieme a Rasputin, alla ricerca del mitico continente sommerso di Atlantide detto anche Mu.

(Storie di questo periodo: Mû)

Quello che succede dopo non si sa. Tra il 1928 e il 1929 Corto è in Etiopia (dove Pratt soggiornò a lungo) ad Harar insieme al romanziere Enry de Manfried. Corto partecipa alla guerra di Spagna militando nelle brigate internazionali, e da questo momento non si hanno pù notizie di lui. Secondo alcuni Corto muore in battaglia, secondo altri si ritira a vita privata.

Nella prima tavola di Una ballata del mare salato leggiamo una lettera di Pandora Groovesnore, scritta dopo gli anni quaranta in cui Pandora, ricordando il vecchio amico Corto, ormai cieco, dice che vive, assieme al polinesiano Tarao, in una casa affacciata sul grande mare. Nel 1965 come si desume dalla lettera, Corto Maltese e Pandora Groovesnore sono già morti da tempo.

In un’altra storia di Hugo Pratt della serie “Gli scorpioni del deserto”, ambientata in africa durante la seconda guerra mondiale, compare Cush, il guerriero Beni Amer amico di Corto, il quale conferma ai protagonisti la scomparsa di Corto sui campi di battaglia spagnoli.

«Corto Maltese non morirà…» – ha dichiarato una volta Hugo Pratt – «…Corto Maltese se ne andrà perché in un mondo dove tutto è elettronica, è calcolato, tutto è industrializzato, non c’è posto per un tipo come lui.»[senza fonte]

Personaggi della serie

I personaggi di Pratt sono pieni di quell’ambiguità che caratterizza l’animo umano; i più importanti sono senza dubbio i più approfonditi psicologicamente, nonché i più interessanti e oscuri. Essi sono riportati qui di seguito:

Rasputin

L’avversario e contemporaneamente amico per antonomasia di Corto Maltese: Rasputin appare nel primo episodio della serie “Una ballata del mare salato”, come un cinico assassino, amante dell’oro e delle belle donne, ma che crede, forse inconsciamente, nel valore dell’amicizia. Esso rappresenta quasi una controparte negativa di Corto Maltese.

Jeremiah Steiner

Vecchio professore ebreo che studiò all’università di Praga, Steiner incontra Corto Maltese in America del Sud e lo accompagnerà per quasi tutte le storie che si svolgeranno in quella zona, cercando di dare fondo alle sue teorie sull’esistenza del mitico continente di Mu. Esso appare anche negli episodi “Le Elvetiche”, dove Corto Maltese lo accompagna in Svizzera a un congresso di alchimisti a Sion, e “Mu”, dove si muoveranno alla ricerca del continente perduto assieme a tanti altri personaggi. Inoltre Steiner conosce il rabbino Ezra Toledano, che si occupava del collegio dove crebbe Corto Maltese e che probabilmente ebbe una relazione con la madre, la Niña di Gibilterra.

Esso è probabilmente una versione fumettistica del personaggio realmente esistito Rodolfo Steiner.

Steiner è un alcolista, affetto da crisi depressive dovute specialmente ai momenti di solitudine, viene rappresentato come una persona estremamente fragile. Si attacca molto a Corto Maltese e a Tristan Bantam dopo averlo conosciuto e fa di tutto per aiutarlo, pur non essendo molto pratico nella vita dell’avventuriero specie per via dell’età.

Cush

Un’altra figura controversa è quella del guerriero Dancalo, Cush. Corto Maltese incontrerà questo violento combattente nella raccolta di episodi denominati “le Etiopiche”. Cush è un ” beni amer ” seguace del Mullah , fiero e indipendente è un vero figlio del deserto, dimostrandosi un assassino a sangue freddo, che combatte per i suoi fratelli. Cush è molto attaccato alla sua religione e alle leggi del Corano e dimostra un certo disprezzo per gli infedeli prima di fare amicizia con Corto Maltese, anche egli marchiato, all’inizio, come “cane infedele” da parte del dancalo che cerca di mantenere i rapporti quanto mai distanti. Più in là con gli episodi, Cush stringe una profonda amicizia con il marinaio, contro ogni aspettativa, infatti affermerà:

« anche se sei un cane infedele non mi sei antipatico…  »

( da nel nome di Allah, misericordioso e compassionevole)

riferendosi a Corto.

Come buona parte dei personaggi conosciuti approfonditamente da Corto Maltese, anche Cush aiuterà, se non addirittura salverà la vita, al protagonista.

Venexiana Stevenson

Venexiana è completamente differente dalle altre donne apparse nella serie, tanto per caratterialità quanto per attributi fisici essa si può dire unica. Caratterizata da un essere deciso e forte, Venexiana è un’avventuriera non bella, ma affascinante per la sua scaltrezza mista a una femminista praticità, altrimenti non affermerebbe di essere un’avventuriera con la frase “l’avventura è una faccenda troppo seria per lasciarla in mano agli uomini”.

Spesso rincorre gli stessi obbiettivi di Corto e appare insensibile in molti momenti, non esitando a sparare ad altri mentre fugge, per esempio. Appare per la prima volta nell’episodio “la Conga delle Banane”, poi di nuovo a Venezia in “L’angelo della finestra d’oriente” e infine in un lungo episodio, “la casa dorata di Samarcanda”, dove si trova coinvolta con Corto quasi per caso alla ricerca dell’antico tesoro di Alessandro Magno.

Di lei il Corto dice :

« sei il peggior assassino che abbia mai incontrato … »

Corto Maltese graphic novels

Pubblicate in Italia dalla Lizard Edizioni nella collana Bibliothéque in formato cartonato con sovracoperta (cm. 23×30).

  • Corte Sconta detta Arcana
  • Mu: La città perduta
  • Le Celtiche
  • Le Elvetiche – Rosa Alchemica
  • Le Lagune dei Misteri
  • Lontane Isole del Vento
  • Favola di Venezia
  • Il Mare d’oro
  • La Casa Dorata di Samarcanda
  • La Giovinezza
  • Le Etiopiche
  • Suite caribeana
  • Tango
  • Una Ballata del Mare Salato

L’isola omonima

Il nome Corto Maltese appare anche nella graphic novel Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller come nome di un’isola al centro di un incidente non dissimile da quello della crisi dei missili di Cuba. La scelta del nome è apparentemente un inside joke (una battuta per pochi) poiché Miller ha affermato di essere un grande ammiratore dell’opera di Pratt. L’isola è stata menzionata in altri fumetti DC Comics da allora (1985). Il caso volle che la prima edizione italiana di questa storia fosse pubblicata proprio sulla rivista Corto Maltese della Milano Libri.

Nel film Batman, ci si riferisce a Corto Maltese come località in cui si è svolta una violenta rivolta dove Vicki Vale fotoreporter.

Altri media

Dai fumetti della serie furono tratti alcuni episodi a cartoni animati trasmessi nella trasmissione Supergulp! anni settanta. Nel 2002 una coproduzione italo-francese ha dato alla luce una nuova serie a cartoni animati di Corto Maltese basati sulle più famose storie del personaggio di Hugo Pratt. Il lavoro è culminato con la creazione del lungometraggio Corte Sconta detta Arcana. negli

Lista completa degli episodi:

  1. Una ballata del mare salato
  2. Tropico del capricorno
  3. Sotto la bandiera dell’oro
  4. Teste e funghi
  5. Etiopiche
  6. La casa dorata di Samarcanda
  7. Corte Sconta detta Arcana

Collegamenti esterni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 33 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: